Vacanze: a settembre ci andranno 4 milioni di italiani

Valigie pronte per oltre 4 milioni di connazionali che hanno deciso di raggiungere le strutture ricettive nel mese di settembre. Con buona soddisfazione degli operatori del settore, che sperano di chiudere in bellezza la stagione turistica

E chi lo ha detto che le vacanze vanno consumate nel canonico mese di agosto? Stando a quanto rilevato da Federalberghi, cresce, anzi, tra gli italiani, la tendenza a concedersi il meritato (e a lungo sospirato) break a settembre quando i prezzi si fanno più contenuti e le strutture sono meno affollate. Una soluzione che – stando alle previsioni dell’associazione di categoria – verrà scelta quest’anno da poco più di 4 milioni di italiani, circa un milione in più rispetto all’anno scorso.


Quello che sta per arrivare potrebbe essere, insomma, un mese che coronerà i successi di una stagione turistica che ha già regalato qualche soddisfazione agli operatori del settore. Pur incardinandosi su basi diverse rispetto a quelle rilevate nelle passate stagioni: I cambiamenti culturali ed economici – ha osservato il numero uno di Federalberghi, Bernabò Bocca – hanno modificato il modo di fare vacanza anche per gli italiani. La durata della vacanza principale si accorcia e ad essa si aggiungono vacanze più brevi e week end nel corso dell’anno. Inoltre, anche se agosto rimane il mese preferito dagli italiani, si registra una crescita dell’attenzione verso altri periodi dell’anno”.

Una tendenza (quella di andare in vacanza non necessariamente ad agosto) confermata anche dai dati dell’Istat secondo cui, ogni anno, a settembre, si contano più di 40 milioni di notti dormite in esercizi ricettivi, di cui 28 milioni in albergo. Con un boom di 24 milioni di notti da riferire a turisti stranieri (di cui 16 milioni trascorse in un albergo) e solo 16 milioni a turisti italiani. Come dire che, sempre secondo quanto documentato dal’istituto di statistica nazionale, il 68% del campione premia il pernottamento in albergo, il 16% quello in campeggio, il 9% opta per una sistemazione in affitto, il 3% sceglie l’agriturismo mentre solo l’1% si rivolge a un bed& breakfast.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS