Un milione di famiglie senza reddito da lavoro

In Italia nel 2012 quasi un milione di famiglie ha “vissuto” senza poter usufruire di un reddito da lavoro. Lo ha rilevato l’Istat, che ha diffuso i dati, ancor più preoccupanti se si considera che la cifra è sostanzialmente doppia rispetto al 2007, quindi a soli cinque anni fa. Detta in parole semplici, i risultati delle analisi dell’istituto nazionale di statistica mostrano come nel 2012, le famiglie in cui  tutti i componenti in età da lavoro e con la possibilità di svolgere un qualunque impiego  erano disoccupati hanno raggiunto l’imponente numero di 955 mila. Nel 2007 erano appunto circa la metà, 466.000. Nel 2011 invece, erano oltre il 32% in meno.


Escludendo chi può permettersi di non lavorare e vivere di un qualche tipo di rendita, la grandissima maggioranza di questi nuclei familiari (più presenti al sud che al nord, anche se la distribuzione non è, in senso assoluto, troppo sbilanciata) ha sofferto e probabilmente ancora soffre di uno stato di disoccupazione “totale”, perlomeno se si prende come categoria di riferimento quella elaborata dall’Istat. E’ fin troppo ovvia quindi l’estrema difficoltà che queste famiglie hanno nel condurre una vita dignitosa, visti i rilevanti disagi economici, dovuti ad entrate praticamente nulle o quasi. Va detto che nelle 955.000 famiglie rientrano, ad esempio, anche  i nuclei in cui i genitori sono pensionati ed i figli adulti (di qualunque età) che sono rimasti senza lavoro. La pensione infatti è una rendita, maturata certamente negli anni di lavoro, ma non è considerata  un entrata derivante da un impiego in senso stretto.

Per quanto riguarda le tipologie di famiglie l’Istat ha rilevato essere così suddivise: 234 mila risultano essere single, 183 mila monogenitore, 74 mila coppie che non hanno figli e altre 419 mila che invece hanno uno o più figli. Ci sono poi altre 45mila famiglie  che rientrano nella categoria “altre tipologie”.Va detto che quasi certamente parte di esse riuscirà a portare a casa qualche soldo attraverso “lavoretti” che non rientrano nelle normali analisi statistiche, ma che risultano comunque inadatti ed insufficienti per il sostentamento di un’intera famiglia, a qualunque tipologia essa appartenga.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS