Un lavoro dei sogni? Fare le coccole!

Fare le coccole per lavoro, ad umani o ad animali. Un settore molto particolare che piano piano offre sempre maggiori opportunità.

Da alcuni anni negli Stati Uniti soprattutto, ma non solo, si sono sviluppati alcuni servizi professionali di coccole. “Ovvero?”… Direte voi. Semplice, c’è chi paga per farsi fare le coccole da “coccolatori professionisti” e quindi c’è chi offre questo servizio. Il lavoro dei sogni, per molti. Un esempio è Cuddlist, attiva a New York che vanta alcune centinaia di richieste al giorno, spesso provenienti da persone che lavorano così alacremente che non hanno il tempo di stare con il partner, o con la famiglia. O ancora, addirittura, non hanno nemmeno il tempo  di farsela, una famiglia. Ma la necessità fisiologica del contatto umano rimane e c’è chi è stato capace di intercetare la “domanda” di quello che è diventato un vero e proprio servizio, offrendo una risposta efficace. Niente pratiche erotiche, tantomeno qualcosa di più spinto, solo coccole, massaggi, grattini e via dicendo.


lavoro dei sogniNel caso di Cuddlist si parla di 80 dollari l’ora, non proprio a buon mercato, ma il settore è certamente particolare. La startup newyorkese non è però l’unica ad offrire simili prestazioni, che sono ovviamente dedicate sia a donne che a uomini. Già alcuni anni fa negli Usa si parlò di Jackie Samuels, una allora 29enne che decise di mettersi in gioco, chiedendo 60 dollari per un’ora di coccole.  Con “The Snuggery”, questo il nome della sua attività, si era proposta di assumere in futuro altri coccolatori e di poter dedicare una parte del servizio ai senzatetto, una volta stabilizzate le entrate.

Coccolare gli animali? Sì, a 30.000 euro l’anno

Due anni fa in Cina venne aperto un bando per assumere personale la cui mansione sarebbe stata quella di coccolare i panda, alla modica cifra di oltre 30.000 euro l’anno. Questi animali, oggettivamente tra i più belli esistenti e generalmente molto mansueti, hanno molto bisogno del calore umano. Non solo loro; un altro caso particolare di coccole agli animali per lavoro è quello che riguarda Derek, un piccolo Wombat la cui madre è morta investita da un’auto e per il quale in Australia fino al 16 aprile scorso lavoro dei sogniera attivo un bando di “coccolatore”. Derek vive sulla Flinders Island, a Nord della Tasmania, un posto abbastanza sperduto se visto dall’Italia, ma che appare come un piccolo paradiso terrestre, dove appunto svolgere il lavoro dei sogni. Tornando negli Stati Uniti, una fattoria della Virginia, la Caromont Farm di Esmont, pochi mesi fa aveva aperto le selezioni per coccolatori di cuccioli di capra, scoprendo che i piccolini avevano bisogno di molte attenzioni. Una crescita sana e felice di questi animali è il presupposto per un ottimo formaggio. Da qui l’offerta della fattoria. I posti disponibili ovviamente sono andati letteralmente a ruba.

Il servizio coccole è in forte sviluppo in diverse parti del mondo e c’è da scommettere che, anche se per quanto riguarda i posti disponibili per coccolare gli animali le richieste sono ormai tutte coperte, periodicamente nasceranno nuove opportunità nel settore. Se quindi ci si sente  pronti a dare tutte le attenzioni necessarie ai pelosi di turno… seguire il settore può essere un buon consiglio e chissà mai che non “scappi” di mettere su un’attività anche in Italia.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS