Trasformare una passione in lavoro si può. Intervista alla fotografa Bergina Leka

Forza e determinazione ma non solo: un po' di coraggio e qualche consiglio giusto. Ecco la ricetta per trasformare una passione in lavoro.

Cosa fare per trasformare una passione in lavoro? Può capitare di dover lasciare il proprio Paese natale per motivi di studio e poter frequentare l’università per poi non trovare lavoro e dover ricominciare tutto daccapo  trasferendosi in un altro Paese ancora. Può capitare ed è capitato a lei. Dall’Albania all’Italia e da qui all’Inghilterra ma non per una professione qualsiasi bensì per realizzare il suo sogno di sempre, trasformare una passione in lavoro e diventare fotografa. È questa la storia di Bergina Leka.


Bergina-Leka

Ciao Bergina. Hai scelto l’Italia per proseguire i tuoi studi. E poi? Cosa è successo?

All’eta’ di 18 anni mi sono trasferita in Italia per poter proseguire con i miei studi presso La Sapienza di Roma. Mi sono laureata non solo in corso ma anche con un voto alto (108/110 laurea magistrale) ma sfortunatamente trovare un lavoro con una laurea in sociologia non e’ proprio una passeggiata. Ho lavorato per tanto tempo nel mondo del turismo, presso vari alberghi ma senza mai raggiungere una grande soddisfazione. Essendo delle realtà piccole, gli scatti di carriera erano un’illusione. Non solo, ma alla fine della giornata il tempo per le passioni e gli hobby era molto limitato.

Come quello per la fotografia, immagino. In Italia hai provato a trasformare una passione in lavoro e realizzare il tuo sogno di diventare fotografa?

E’ molto difficile in Italia trasformare una passione in lavoro ma non e’ impossibile. Ci vuole molto coraggio e determinazione. Io le ho trovate entrambe in Inghilterra e ora mi impegno a far crescere la mia piccola attività.

E perché hai deciso di trasferirti proprio in Inghilterra?

Nel 2013 io e mio marito abbiamo preso la decisione di spostarci in un altro paese, dove le possibilità di lavoro e crescita sono migliori. Abbiamo scelto il Regno Unito, in quanto offriva delle buone opportunità ad entrambi. E’ proprio in Inghilterra che ho preso la decisione di dedicarmi alla fotografia a tempo pieno e trasformare una passione in un lavoro vero e proprio, spinta soprattutto dalla semplicità nel mettersi in proprio. Ho aggiornato il mio sito e ho cominciato a propormi come fotografa. Dovevo pensare solo a quello e non agli infiniti moduli da compilare e tasse da pagare.

Altrettanto facile trovare una sistemazione iniziale? Ad esempio casa, amici…

Ovviamente non tutto è rose e fiori. Non è stato difficile trovare né una casa e nemmeno un lavoro (il tasso di disoccupazione e’ molto basso qui). Non posso dire altrettanto delle conoscenze, delle persone. Per questo ci è voluto un po’ di più. Adesso dopo un anno ho delle conoscenze, delle persone di valore pronte a consigliarmi e sostenermi. Finalmente sono arrivate le prime commissioni e ho cominciato ad essere chiamata per dei lavori come fotografa. Durante questo anno di permanenza ho potuto organizzare una mostra personale a Winchester; questa è la mia prima mostra. Una selezione di 12 foto viene trasmessa sullo schermo della piazza principale di Portsmouth (Big Screen Portsmouth).

Le prime importanti soddisfazioni, dunque. Rifaresti tutto quanto? Lo consiglieresti a coloro che stanno pensando di intraprendere la stessa strada?

Certo, rifarei tutto, anche gli anni duri in Italia, perché è grazie anche a questi che ho trovato poi sia la forza che la determinazione per intraprendere questa strada nuova. Un consiglio? Mai smettere di sognare e di impegnarsi per trasformare una passione in lavoro, un grande sogno, una meravigliosa realtà. Mai accantonare ciò che ci rende vivi, anche se il tempo che rimane a disposizione è poco.

Per tutti quelli che come te sognano di diventare fotografi, potresti segnalare qualche fonte d’informazione utile o delle risorse online?

Ci sono molti siti buoni sulla fotografia che forniscono dei consigli e tutorial, per esempio PhotoShelter , PictureCorrect . Il primo oltre ai consigli puramente tecnici offre dei suggerimenti anche su come orientarsi nel mondo del lavoro. Suggerirei anche il canale YouTube The Art of Photography   ricco di video sui migliori fotografi del passato e del presente. E aggiungiamo qualche consiglio in più per chi voglia scegliere un corso di fotografia e cominciare a muovere i primi passi.

 

 



CATEGORIES
Share This

COMMENTS