Traduzione del Curriculum Vitae in inglese, come averla e perché è importante

Un buon Curriculum tradotto in inglese può fare la differenza nella ricerca lavoro. Ecco come avere un ottimo CV in inglese

Avere il proprio Curriculum tradotto in inglese è ormai un elemento imprescindibile per la ricerca di una nuova occupazione, sia che si cerchi lavoro all’estero sia che si cerchi lavoro in Italia.
Infatti se è scontato che un CV inviato in UK, Australia o USA debba essere in inglese, meno scontato è il fatto che anche nell’ambito della ricerca lavoro nei confini nazionali il Curriculum in inglese può fare la differenza.

A chi serve un Curriculum in inglese e perché

Un Curriculum tradotto in inglese è di estrema utilità per:

  • chi vive in Paesi anglofoni e si candidata alle offerte di lavoro (è il caso più ovvio e scontato)
  • chi ambisce di lavorare all’estero in ambienti internazionali ed invia il proprio CV in attesa di contatto
  • chi ambisce a lavorare in società multinazionali con sede in Italia, che molto apprezzano il Curriculum in inglese oltre a quello in italiano
  • tutti coloro che nel Curriculum dichiarano un buon livello di inglese e la conoscenza della lingua sarà importante nell’ambito lavorativo di riferimento. In questi casi il mio consiglio è di inviare il CV in italiano (se non richiesto direttamente in inglese) e scrivere nel CV stesso o nella lettera di presentazione: “su richiesta disponibile Curriculum in lingua inglese”. È un arma assolutamente vincente per differenziarsi.

Differenza tra Curriculum e Resume

Spesso sono usati come sinonimi, ma Curriculum e Resume sono due cose differenti. Il Curriculum è quello che siamo abituati a conoscere in Italia ed in Europa, il proprio percorso professionale e formativo scritto in maniera abbastanza dettagliata in un paio di pagine. Il Resume invece si usa soprattutto negli USA ed è una sorta di CV schematico, quasi sempre di una sola pagina e che riporta esclusivamente I punti salienti (l’obiettivo è approfondire nel colloquio o attraverso social network ed altre forme di comunicazione).
Se hai intenzione di candidarti negli Stati Uniti consiglio quindi un Resume, puoi trovare una raccolta di di template CV utilizzabili come Resume e pronti all’uso su Creative CV Templates.

Servizi di traduzione Curriculum in inglese

Se il tuo livello di inglese è molto avanzato puoi tradurre in autonomia, facendo però attenzione ad adattare il CV all’utilizzo e mercato di riferimento e non limitandoti ad una mera traduzione letterale. Tieni però presente che i jobseeker americani e britannici molto raramente si fanno il CV in autonomia, pur essendo madrelingua. Preferiscono affidarsi ad uno dei tanti servizi professionali, tipo questo: CVNOW. Questo perchè avere un CV perfetto e professionale è talmente importante che ci si affida a devi professionisti del settore per ottenerlo.

Se desideri quindi rivolgerti a dei professionisti per la traduzione del Curriculum in inglese, sconsiglio le normali società di traduzione, proprio perché il CV non deve essere solo tradotto ma anche adattato ed ottimizzato. Il mio consiglio è un servizio professionale specializzato in traduzione Curriculum, dove chi traduce è anche una persona esperta in Curriculum.  Consiglio vivamente questo servizio: Career Loupe, servizio traduzione Curriculum in inglese

Il curriculum non viene semplicemente tradotto, ma adattato ed ottimizzato a seconda dell’utilizzo principale che intendi farne. È ben differente infatti usarlo per candidarsi per aziende multinazionali in Italia o spedirlo in Australia.
Si può anche scegliere il servizio abbinato alla Revisione del CV in italiano descritto alla pagina Servizi Revisione CV e coaching via skype

Collaboro personalmente con Career Loupe e mi sento di garantire il servizio.

Curriculum Europass in inglese

Sia in italiano che in inglese (che in qualsiasi altra lingua) sconsiglio sempre il CV Europass. A meno che infatti non sia espressamente richiesto (di solito in bandi pubblici o altre occasioni più istituzionali) il formato Europass non è quasi mai gradito da chi si occupa di selezione del personale. Il motivo è semplice, il modello Europass è più che altro un “modulo da compilare” (tipo la classica “domanda” per il concorso) e lascia molto poco all’iniziativa del candidato.
Nonostante questo consiglio sempre di tenere da parte una versione Europass del proprio CV, di modo da averlo a disposizione velocemente in caso di richiesta esplicita. Ecco qui la pagina per scaricare il modello Curriculum Europass in inglese.

Buon Curriculum!

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS