Torna Ricomincio da me, la fiera del lavoro e delle opportunità di Modena

Si svolgerà tra il 10 e l’11 maggio la seconda edizione di Ricomincio da me, la fiera del lavoro e delle opportunità di Modena che quest’anno sarà ospitata nella splendida cornice regalata dal castello di Spezzano (datato  1228).  La prima edizione, nata quasi dal nulla e senza grandi lanci pubblicitari richiamò comunque qualche migliaio di persone. Ci andammo anche noi di Bianco Lavoro Magazine, un po’ per curiosità, un po’ per vedere quanto fosse differente da un “qualunque” career day. Colpì  soprattutto l’ottima scelta di argomenti ed iniziative e dei relatori dei molti incontri organizzati.  Quest’anno, almeno stando alle premesse, Ricomincio da me promette di essere almeno altrettanto interessante.


Dedicata per scelta degli organizzatrici prevalentemente alla formazione e al reinserimento lavorativo degli over 30, l’argomento centrale sarà quello inerente le opportunità offerte dal distretto ceramico modenese, che comprende i comuni di Fiorano, Maranello, Sassuolo, Formigine e Pignano sul Secchia. Un’eccellenza profondamente italiana che, come tutte o quasi, è stata pesantemente colpita dalla crisi, ma che non per questo ha smesso di cercare talenti ed offrire loro reali possibilità di lavoro. Parallelamente, se la spinta primaria è quella locale dato il carattere medesimo della fiera, molti degli incontri offerti da quest’ultima vantano a ragione un interesse di portata più generale

Cosa può imparare un imprenditore da un artista? Qual è il valore aggiunto delle donne in una cooperativa? Quali competenze sono necessarie per riuscire come freelance? E ancora,  come gestire e guadagnare con un orto urbano? Chi è e cosa fa l’home stager? Insomma, ce n’è un po’ per tutti i gusti e tutti i bisogni.  Della seconda edizione di Ricomincio da me ci ha parlato in modo più specifico Laura Corallo, una delle organizzatrici, alla quale abbiamo rivolto qualche domanda.

Quali sono le differenze principali tra la prima edizione dell’anno scorso e quella di quest’anno?

Rispetto all’anno scorso la seconda edizione di “Ricomincio da Me”  ha una impronta più locale. Sarà  infatti dedicata alle opportunità di lavoro nel distretto ceramico di Modena e Reggio Emilia. Un distretto che cerca di rialzarsi dopo la batosta della crisi economica che ha colpito aziende e lavoratori. Di fronte a questa realtà molti si scoraggiano e smettono di lottare. Per questo ci sembra importante creare un contesto di fiducia e condivisione di esperienze e opportunità concrete per i cittadini non solo in cerca di una occupazione ma soprattutto per chi vuole trovare idee, progetti, collaborazioni per ricostruirsi una attività lavorativa attraverso la condivisione delle conoscenze. Il format è invariato ma con un occhio di riguardo sulla formazione, da noi considerato come fattore chiave nella crescita professionale e personale. Oltre ai 70 seminari tenuti da imprenditori, associazioni di categoria ed esperti nei settori della formazione , comunicazione e orientamento non mancheranno i workshop proposti da coach e formatori di altissimo livello come Claudio Cattani, Anna Perna, e i formatori della società Ekis di Reggio Emilia. Ci tengo a ricordare che l’ingresso e la  partecipazione ai seminari e ai workshop è gratuita.  Tra l’altro, ed è una delle novità di quest’anno, saranno numerosi i personaggi illustri che parteciperanno a Ricomincio da Me per dare il loro contributo. Tra questi la dott.ssa Ivana Castoldi, autrice di numerosi libri tra cui “Riparto da Me”, Arrigo Cipriani, patron dell’Harry’s Bar ma anche professionisti come Gianmarco Messori, direttore creativo del marchio Messori che parlerà delle opportunità di lavoro nel mondo della moda oppure Luca Marchini chef stellato e titolare del Ristorante “L’Erba del Re”,  che terrà un seminario sulle professioni enogastronomiche.

In che modo avete sfruttato l’esperienza acquisita durante l’edizione passata?

L’organizzazione della prima edizione della fiera ci ha dato la possibilità di acquisire capacità organizzative e operative più professionali. Ricomincio da Me è una fiera nata dalla passione di quattro donne modenesi  arrivate, per così dire, “dal nulla” e che hanno dimostrato, coi fatti, che con la volontà e un buon progetto, si possono fare grandi cose seppur  tra mille difficoltà. Oggi i nostri strumenti di lavoro sono le conoscenze e gli errori compiuti nel passato che ci consentono di migliorare e affrontare in modo costruttivo i problemi.  

Quale è stata la risposta delle istituzioni locali?

Direi che da parte delle istituzioni c’è stata molta disponibilità e volontà nel sostenere un progetto innovativo e necessario per i Comuni del nostro territorio. In particolare il Sindaco di Fiorano Claudio Pistoni ha dimostrato un interesse e una sensibilità particolare verso le tematiche del lavoro e proprio in un momento di debolezza assoluta del distretto ceramico.

Perché la scelta del castello di Spezzano?

Il Castello di Spezzano è una sede prestigiosa sita a Fiorano Modenese, cuore produttivo del distretto ceramico leader mondiale del settore. Tra l’altro è anche sede  del Museo della Ceramica riconosciuto dalla Regione per gli standard di qualità raggiunti, e del museo multimediale “Manodopera” inaugurato recentemente, sezione che ripercorre storia della ceramica locale attraverso il contributo che vi hanno dato le donne e gli uomini attraverso il loro lavoro.

Perché avete scelto d’indirizzare Ricomincio da me prevalentemente verso gli over 30?

Purtroppo oggi la disoccupazione nel nostro paese non ha età. E’ evidente, tuttavia, che la fascia 30 – 50 è quasi dimenticata, dalla politica e dai mass media. Qualche anno fa i lavoratori  cosiddetti “maturi”, specializzati e con esperienza erano ricercati dalle aziende e non avevano alcun problema ad entrare e uscire dal mercato del lavoro. Oggi, invece la disoccupazione in età matura presenta enormi difficoltà legate al reinserimento lavorativo. Per questo pensiamo sia importante proporre occasioni  per ri-orientarsi nel mercato del lavoro, informarsi sulle concrete opportunità di ricollocazione e aumentare la rete di contatti per favorire nuove collaborazioni. Ma soprattutto vuole essere un luogo dove, attraverso lo scambio, facilitare la riscoperta e l’ utilizzo dei propri talenti per trovare nuove idee e rinnovarsi dal punto di vista personale e lavorativo.

Convinci i nostri lettori a venire a Ricomincio da me

Rispondo con un aforisma di George Bernard Shaw che io, Gabriella, Giovanna e Lira abbiamo scelto per accompagnare questa seconda edizione di Ricomincio da Me «Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un’idea, ed io ho un’idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee»

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS