Tirocinio retribuito in Commissione Europea: i dettagli del bando

La Commissione Europea ha aperto una nuova finestra utile per tutti quei giovani che desiderano poter prendere parte ad un tirocinio retribuito della durata di 5 mesi presso la sede principale di Bruxelles, con inizio per la prossima sessione primaverile del 2015. Trattandosi di un’esperienza molto interessante e formativa, che arricchirà il partecipante di un incredibile valore aggiunto spendibile nel mondo del lavoro, cerchiamo di comprendere in che modo sia possibile partecipare a questa finestra di candidature.


 

I posti in palio per la prossima sessione primaverile 2015 sono 700, e verranno attribuiti mediante una serie di selezioni che si svolgeranno tra i mesi di settembre e di dicembre. Per quanto concerne il trattamento concesso a ogni partecipante, ricordiamo come vengano attribuiti rimborsi mensili di circa 1.000 euro, oltre al riconoscimento delle spese di viaggio e l’assicurazione contro la malattia e gli infortuni.

Per quanto attiene invece i requisiti per poter proporre efficacemente la propria domanda, è sufficiente:

  • cittadinanza di uno stato membro dell’Ue o di uno stato candidato
  • possesso di un diploma di laurea (almeno triennale)
  • ottima conoscenza di inglese, francese o tedesco, più un’altra delle lingue ufficiali dell’Unione Europea
  • non aver svolto un altro stage di più di 6 mesi in una delle Istituzioni europee

Le candidature dovranno essere inviate entro le ore 12 del prossimo 29 agosto all’interno dell’apposito formulario online.

Una volta inserita la propria candidatura, occorrerà attendere la conclusione del processo di pre-selezione, che si baserà principalmente sull’analisi del profilo accademico, sulle capacità linguistiche e su altre qualità ritenute addizionali.  Obiettivo di tale prima fase è quello di realizzare una lista dei 2.800 candidati con i migliori requisiti, e con il rispetto degli elementi formali di cui si è precedentemente fatto cenno.

Superata la fase di pre-selezione, l’unità della Commissione Europea selezionerà i candidati sulla base di successivi criteri di riferimento e sulle effettive necessità.

Per quanto infine riguarda l’impegno richiesto al partecipante, ricordiamo come gli incarichi siano principalmente dipendenti dal tipo di servizio al quale lo stesso viene assegnato: dalle leggi alle risorse umane, dalla politica ambientale all’amministrazione. Generalmente, il partecipante verrà comunque coinvolto in attività di organizzazione di incontri e di forum pubblici, ricerche, compilazione documentazione, consulenze e progetti ancora più specifici.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS