Tfr in busta paga: il modulo per la richiesta

Un fac-simile da utilizzare per richiedere al vostro datore di lavoro l'erogazione del Tfr in busta paga.

Come abbiamo avuto modo di precisare nel corso delle ultime settimane, ha preso il via – con le indicazioni dell’Inps – la possibilità di poter richiedere la quota integrativa della retribuzione, ovvero il cosiddetto Tfr in busta paga. Vediamo dunque come utilizzare correttamente il modulo per la richiesta di pagamento mensile della quota maturanda del trattamento di fine rapporto come parte integrativa della retribuzione, da inoltrarsi al proprio datore di lavoro.


tfr-in-busta-paga

Ecco un esempio di modulo per la richiesta finalizzata all’ottenimento del Tfr in busta paga.

Alla c.a.
Datore di lavoro
Indirizzo

Oggetto: richiesta di pagamento mensile della quota maturanda del trattamento di fine rapporto come parte integrativa della retribuzione (Qu.I.R.), ai sensi dell’art. 1, comma 26, legge 23 dicembre 2014, n. 190.

Il/La sottoscritto/a (Nome / Cognome), nato/a a (Luogo di nascita) il (Data di nascita), C.F. (Codice Fiscale ), con la presente chiede la liquidazione mensile della quota di TFR maturanda, ivi inclusa la quota eventualmente destinata ad una forma pensionistica complementare, a partire dal mese successivo alla data della presente istanza.

A tal fine il sottoscritto dichiara di non aver vincolato o ceduto il TFR a garanzia di contratti di prestito e chiede il pagamento della quota integrativa unitamente alla retribuzione mensile.

Dichiara inoltre di essere a conoscenza che il pagamento, nel caso in cui il datore di lavoro acceda al Finanziamento di cui all’art. 1, comma 30, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di Stabilità 2015), verrà effettuato a partire dal terzo mese successivo a quello di competenza, e prende atto che l’informazione relativa alla richiesta di pagamento mensile della quota maturanda del TFR, raccolta attraverso la compilazione del presente modulo, sarà comunicata all’INPS per gli adempimenti di competenza di cui all’art. 1, commi da 26 a 33, della legge n. 190/2014.

Data ______________ Firma ________________

Ricordate infine che la comunicazione può essere inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o consegnata a mano (in questo secondo caso è bene farsi consegnare una copia per ricevuta, controfirmata dal datore di lavoro).



CATEGORIES
Share This

COMMENTS