TECH JOBS fair di Pisa, pronta edizione Ottobre 2019. Intervista a Rodolfo Duè, ideatore ed organizzatore

Dopo il successo della prima edizione nel 2018, è pronta l'edizione 2019 del TECH JOBS fair, che si terrà sempre a Pisa il 12 Ottobre 2019. Ecco le info e l'intervista al fondatore Rodolfo Duè

Per chi si occupa di reclutamento e selezione del personale, il settore dell’Information Technology è certamente uno dei più competitivi e difficili. Ma proprio per questo pieno di soddisfazioni sia professionali che economiche. Le aziende sono infatti disposte a spendere sempre di più per avere risorse valide e specializzate in ambito tecnologico.


Cosa è il TECH JOBS fair e quali sono gli obiettivi

Spesso i professionisti di settore decidono di emigrare all’estero (USA, UK, Germania e Paesi Scandinavi in particolare) per ottenere condizioni lavorative e salariali migliori. Per tale motivo, le aziende italiane lungimiranti che riescono a soddisfare le esigenze di tali risorse, riescono ad accaparrarsi i migliori candidati.

Ma l’offerta di lavoro supera di gran lunga la domanda (al contrario della maggio parte di settori lavorativi) per cui, riuscire a reclutare e selezionare personale IT valido, è una vera e propria battaglia tra aziende.
Per tutti questi motivi quando Rodolfo Duè, ideatore ed organizzatore del TECH JOBS fair, mi ha proposto di salire a bordo con Euspert e Bianco Lavoro come partner dell’evento, ho dato immediatamente disponibilità. Con grande soddisfazione mia e dei miei clienti.
La prima edizione del TECH JOBS fair si è tenuta ad ottobre 2018, la seconda è in calendario per il 12 Ottobre 2019. Ecco qui il mio reportage della prima edizione.

Per spiegare meglio in cosa consiste il TECH JOBS fair ho deciso di intervistare Rodolfo Duè, ponendo alcune domande significative.

Rodolfo Duè al TECH JOBS fair

Intervista a Rodolfo Duè, ideatore del TECH JOBS fair

D: Innanzi tutto Rodolfo, cosa ti ha spinto a organizzare TECH JOBS fair, e perché a Pisa?

Sono nato a Pisa e, dopo l’università, ho vissuto per vent’anni a Milano e Bologna dove sono sempre stato impegnato in progetti di business online. Tornato a vivere a Pisa nel 2013 ho notato che, in questa parte della Toscana – ci metto anche Livorno e Lucca che son vicinissime tanto che potremmo parlare di un’unica grande area urbana – c’erano grandissimi specialisti, ottime aziende, quindi terreno molto fertile per l’innovazione e lo sviluppo, ma poca consapevolezza di ciò e poco networking.

E pensare che, proprio Pisa, è da ormai otto anni la città dell’Internet Festival (che si tiene ogni anno in ottobre), oltre che essere sede di tre università di primissimo piano a livello internazionale (Università di Pisa, Scuola Normale e Scuola Sant’Anna) che producono ogni anno centinaia di ottimi laureati in discipline STEM.

La prima edizione del TECH JOBS fair è nata proprio come evento collaterale dell’Internet Festival 2018.
Per esperienza personale so poi che, il grande scoglio che si trova ad affrontare un’azienda TECH in crescita, è trovare personale qualificato e motivato. Attenzione, quest’ultimo aspetto, la motivazione, non è meno importante del primo: la capacità tecnica e la qualifica. Da qui l’idea di un evento per dare la possibilità, alle tante aziende TECH principalmente del nostro territorio spesso poco note ma all’avanguardia mondiale nel loro settore, di fare employer branding così da intercettare e interessare i migliori professionisti e i migliori neolaureati.

D: Rispetto alla prima edizione dell’anno scorso, quali saranno le novità dell’edizione del 12 Ottobre 2019?

Daremo spazio anche alle aziende che non operano strettamente nell’IT. Avremo senz’altro aziende che si occupano di marketing e pubblicità online, di business che vengono creati ed erogati online, aziende che creano app e siti web o che creano software ma, con la rivoluzione in corso dell’Industria 4.0, sono tantissime le aziende manifatturiere che sono in cerca adesso di professionalità un tempo confinate solo nelle aziende dell’IT. Ecco, in questa edizione ci saranno anche loro.
Stiamo pensando poi di affiancare ai keynote delle varie aziende che avevamo nella prima edizione, anche alcuni panel dedicati alle professionalità maggiormente richieste in settori caldi (in grandissima crescita) come big data, intelligenza artificiale, blockchain, fintech, robotica ed Internet delle cosa (IoT).

D: Qual è il motivo principale per il quale un’azienda dovrebbe partecipare?

Sicuramente le aziende devono esserci per entrare in contatto con i visitatori, che sono professionisti IT qualificati e con brillanti neolaureati delle università pisane (ma anche di altre università italiane). In più, il nostro evento non è soltanto una job fair, ma vuole essere anche una giornata di incontro dove possono nascere collaborazioni e sinergie per progetti futuri. Una vera e propria occasione di networking quindi.

D: Ci fai un profilo tipo del visitatore di TECH JOBS fair che ti aspetti?

Alla prima edizione nel 2018 hanno partecipato circa 300 persone, tutti con qualifiche molto elevate e alcuni con elevata seniority. Quest’anno prevediamo di avere almeno il doppio dei visitatori rispetto all’anno scorso e di aumentare la componente femminile e di neolaureati o, comunque, di persone qualificate alla ricerca della prima occupazione o, comunque, con profilo junior. Dal momento che l’evento è gratuito per i visitatori, consiglio vivamente la partecipazione anche agli studenti dei corsi di laurea in discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) perchè, specialmente grazie ai panel e ai keynote delle aziende partecipanti, possono usarlo come ottimo strumento di orientamento e formazione. A tal proposito abbiamo avviato i contatti col Career Service dell’Università di Pisa e non solo, con cui speriamo di poter collaborare attivamente per questa finalità importante.

D: L’evento è riservato, o comunque rivolto, solo ad aziende e partecipanti toscani?

Assolutamente no. Pur avendo una presenza importante di aziende della zona, l’evento è aperto ad aziende e professionisti da tutta Italia. Il settore TECH è infatti molto dinamico, ed aziende e professionisti sono abituati a muoversi per cogliere le occasioni. Ci aspettiamo quindi una presenza di tipo nazionale.

Alcuni momenti dell’edizione 2018:

Come Partecipare all’edizione 2019 del TECH JOBS fair

Ringraziando Rodolfo per il tempo dedicato, aggiungo il fatto che il Career Service dell’Università di Pisa, già alla prima edizione, ha dimostrato interesse ed entusiasmo per il TECH JOBS fair. Ecco la mia intervista al prof. Rossano Massai, docente dell’Università di Pisa e delegato del Rettore per i servizi di Career Service

Per i visitatori è tutto completamente gratuito. Ingresso, partecipazione e frequenza ai prestigiosi panel delle aziende partecipanti. È solo richiesto di registrarsi all’evento.

Per le aziende sono previste condizioni assolutamente favorevoli comprensive di desk, presenza nel panel sul palco ed offerte di lavoro pubblicate su Euspert. Se sei una bella azienda e non vuoi perdere l’occasione, contattami pure su LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/marcofattizzo/

Ci vediamo il 12 Ottobre a Pisa al TECH JOBS fair.



CATEGORIES
Share This