Sussidio di disoccupazione anche per i contratti a progetto

Anche i collaboratori a progetto iscritti in via esclusiva alla gestione separata e che siano in possesso dei requisiti previsti (con esclusione dei soggetti individuati dall’articolo 1, comma 212, della Legge 23 dicembre 1996, n. 662, quali ad esempio collaboratori occasionali, lavoratori autonomi occasionali ecc)., in caso di cessazione del rapporto di lavoro possono accedere ad una indennità “una tantum” di disoccupazione.


Per gli anni 2010 e 2011 l’indennità, sarà pari al 30% del reddito di lavoro percepito nell’anno precedente, e comunque non potrà superare i 4.000 euro.

 

Per poter beneficiare di tale sussidio è indispensabile che siano rispettate le seguenti condizioni:

– il rapporto di lavoro deve cessare per fine lavoro;

– durante l’ultimo rapporto di lavoro, quello per il quale si è verificato l’evento di “fine lavoro“, il collaboratore deve avere un unico committente (Requisito della MONOCOMITTENZA);

– il reddito dell’anno precedente non deve superare i 20.000 euro e non deve essere inferiore a 5.000 euro;

– assenza di contratto di lavoro da almeno 2 mesi;

– devono risultare accreditati nell’anno precedente non meno di 3 contributi mensili, e nell’anno di riferimento non meno di 1 contributo mensile

La domanda dovrà essere presentata all’I.N.P.S. entro 30 giorni dalla data in cui siano stati soddisfatti tutti i requisiti previsti per il diritto.
Alla domanda dovrà essere allegata copia della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o ad un percorso di riqualificazione professionale per questo bisognerà preventivamente recarsi presso il centro per l’impiego competente per residenza per l’iscrizione nelle liste di disoccupazione.

Per informazioni più approfondite si può contattare il numero verde gratuito inps 803.164.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS