Stress da lavoro si combatte a tavola, parola di Canberra

L’Australian National University of Canberra ha presentato i risultati di un‘indagine sul rapporto tra stress e lavoro e ha riscontrato dati, per alcuni aspetti originali.

Contrariamente a quanto si crede, si è scoperto che a provocare più stress è fare un certo tipo di lavoro, piuttosto che non averne uno. In particolare, sono più stressati i manager e tutti coloro che portano il lavori anche a casa, ricoprendo ruoli di responsabilità, che un disoccupato.

Motivi di stress sono, ad esempio, la convinzione di non percepire uno stipendio adeguato, l’instabilità del rapporto di lavoro, quindi, la precarietà.

Le donne sono più portate a sfogare lo stress con l’assunzione di cibi dolci, che aggraverebbe il malore. Invece, il rimedio che gli studiosi universitari suggeriscono è proprio a tavola, riscoprendo il motto latino “mens sana in corpore sano”.

Per mantenere in equilibrio il sistema nervoso, dunque, meno zuccheri e più miele, vitamina b e c, più calcio e magnesio, mentre si sconsigliano grassi, nonché pasta, riso. Sì a pesce e carne bianca.

Consigliata anche l’assunzione quotidiana di un cucchiaio di lievito di birra. Non sappiamo se gli esperti di Canberra abbiano ragione, certo è che un posto fisso e un buon stipendio aiutano contro lo stress!

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)