Store Manager: mansioni, stipendio e lavoro

Quali sono le mansioni di uno store manager, che stipendio prende, come cercare lavoro e quali sono i gradini che ne segnano la carriera. Tutte queste informazioni in questo contenuto

Lavorare come store manager mette di fronte ad una lunga serie di mansioni, in quanto questa figura è il responsabile di un intero punto vendita. È conosciuto fra i professionisti di più alto livello nel settore del retail e per questo motivo viene indicato anche con il nome di Retail Manager.


Essere il direttore di uno store richiede determinati requisiti e caratteristiche personali, una notevole esperienza in tutti i settori che dovrai poi gestire, anche titoli e corsi di formazione specializzati. Nei prossimi paragrafi analizzeremo nei dettagli le mansioni che ricopre questa figura, i requisiti da possedere, le opportunità di carriera, il livello di responsabilità e dove c’è più richiesta e offerte di lavoro nel settore della Grande Distribuzione Organizzata. Se vuoi intraprendere questa carriera e adori lavorare nel ruolo specifico di direttore di un punto vendita ma hai ancora dei dubbi, continua a leggere la nostra semplice guida per chiarirti meglio le idee e risolvere ogni tua perplessità.

store manager

Quali sono le mansioni dello Store Manager

Se vuoi diventare uno store manager devi essere pronto a gestire ogni aspetto nella sua totalità che riguarda l’operatività di un negozio. Questa figura professionale è il punto di riferimento per ogni lavoratore subordinato nel punto vendita dove opera, egli è in contatto costante con l’Area Manager e il General Manager, figure alle quali deve rispondere dell’operato aziendale. Le sue mansioni sono varie e riguardano la totalità delle operazioni aziendali, dalla gestione economica all’organizzazione del personale fino alla supervisione generale di qualunque attività viene svolta nei punti vendita.

Gestione economica dello Store

Sicuramente una delle mansioni fondamentali di questa figura professionale, in quanto la gestione economica di uno store consente di migliorare l’operato e di indicizzare meglio i target di vendita per raggiungere gli obbiettivi aziendali che vengono prefissati dalla direzione centrale del brand. È compito del Retail Manager è quello di raggiungere il fatturato e gli obbiettivi assegnati dalla direzione generale, quindi ha il compito di svolgere un lavoro di analisi dettagliato, raccogliere i dati delle vendite e documentare gli indicatori per monitorare l’andamento dell’attività nel suo punto vendita.

Coordinamento delle campagne promozionali del punto vendita

Una volta rilevati i dati e le analisi delle vendite, il direttore del punto vendita può valutare la performance del team riguardo le vendite e analizzare i dati di ogni singolo commesso. È suo compito individuare le migliori strategie per massimizzare le vendite, mettere in atto le promozioni e le campagne pubblicitarie, oppure offrire incentivi e bonus ai dipendenti più meritevoli.

Gestione del personale

Il personale che lavora nel punto vendita è gestito sotto la responsabilità dello store manager che in collaborazione con il capo reparto coordina gli addetti ai lavori e si assicura di avere una copertura efficiente nei giorni lavorativi. Molte delle mansioni che svolge lo avvicinano al responsabile del settore risorse umane, con la differenza che ha un ruolo più importante.

  • Gestisce le ferie, i turni e si preoccupa di garantire un maggior numero di lavoratori nei giorni dove si concentra un flusso maggiore di clienti.
  • Partecipa attivamente alla selezione e alla formazione del personale.
  • Pubblica offerte di lavoro inerenti al suo store.
  • Supporta e motiva i lavoratori.
  • Si assicura che ogni singolo ingranaggio del punto vendita (capo reparto, addetti alle vendite, commessi, scaffalisti, cassieri e banconieri) svolga le sue mansioni con criterio e precisione.

Direttamente sotto allo Store Manager ci sono quindi i responsabili di reparto, che a loro volta (a seconda della loro area di azione) gestiscono cassiere, scaffalisti, magazzinieri, corriere, segretarie, impiegati di vario genere, etc…

Monitoraggio della qualità del costumer service

Il successo del retail è fortemente determinato dalla qualità del costumer service. L’accoglienza nel punto vendita, i consigli per l’acquisto di un prodotto o un servizio, la gestione delle lamentele, la risoluzione dei problemi, l’assistenza e il supporto ai clienti, sono tutti tasselli fondamentali di un puzzle che deve essere combinato alla perfezione, per assicurare un livello eccelso del servizio offerto e garantirsi una fetta di clienti che saranno pronti a tornare nel negozio (o punto vendita) per fare acquisti.

Responsabilità dei controlli organizzativi

Come principale responsabile del punto vendita, il retail manager deve assicurarsi che ogni prodotto sia collocato in modo da avere la migliore esposizione possibile. In quanto responsabile del controllo organizzativo dello store, deve assicurarsi che il livello di pulizia e di ordine rispetti le norme vigenti, ma anche che il rifornimento degli articoli sia sempre ottimale e i prodotti in ottimo stato. Ha il compito di controllare che tutte le normative igienico – sanitarie vengano applicate correttamente, che il reso dei prodotti danneggiati sia effettuato attraverso le procedure stabilite e che tutti i dipendenti rispettino il regolamento aziendale stabilito dalla Direzione Generale.

Definizione politica dei prezzi, fornitura e giacenze di magazzino

Il suo ruolo è attivo a 360° in tutti i settori del punto vendita, infatti ha il compito di supervisionare e coordinare la politica dei prezzi, gestire i contatti con i fornitori e controllare le giacenze in magazzino. Essendo una figura professionale di alta responsabilità, dalla quale dipendono le sorti del punto vendita, il direttore dello store deve intervenire quando si verificano incidenti o lamentele di un cliente scontento e risolvere il problema quanto prima possibile.

Altre mansioni dello store manager:

  • Verifica la contabilità giornaliera se necessario.
  • Può occuparsi dell’apertura e della chiusura dello store in alcuni casi.
  • Deve garantire il migliore standard possibile del servizio clienti.
  • Deve identificarsi con l’immagine del brand e garantire una politica commerciale adeguata nel rispetto delle regole della Direzione Generale.

I requisiti per accedere alla mansione

Per diventare uno store manager bisogna avere molta esperienza anche nelle mansioni subordinate. Se possiedi il diploma dovrai avere un po’ di pazienza e fare molta gavetta. Iniziare come scaffalista, poi passare ad addetto alle vendite, capo reparto e successivamente diventare direttore del punto vendita… questo dovrebbe essere il percorso standard nel tuo caso.

La gavetta è necessaria che tu sia diplomato ma anche se intendi studiare frequentando dei corsi di formazione professionale specifici. Nel primo caso l’attesa è più lunga, nel secondo caso in due o tre anni dovresti riuscire a ricoprire il ruolo di direttore dello store. Nel secondo caso, o nel caso tu possegga una laurea (sono molto apprezzate le lauree in economia, ma ci sono comunque laureati di tutti i tipi tra gli Store Manager, compresi laureati in filosofia e lettere), entrerai nell’azienda con l’inquadramento di allievo store manager per un periodo di tempo e con un contratto a tempo determinato e successivamente salirai di grado se la tua valutazione sarà positiva.

Esistono Master universitari post laurea che ti consentono di intraprendere questa carriera, l’indirizzo Marketing Sales e Retail Management è il più accreditato, l’ideale per prepararsi a ricoprire questo ruolo. Questo lavoro prevede un percorso fatto di ambizione e determinazione, un ruolo di responsabilità per il quale bisogna avere numerose caratteristiche personali e caratteriali per raggiungere i massimi livelli.

Quali sono le soft skill necessarie per ricoprire questo ruolo

Non bastano i corsi di formazione e i titoli di studio per raggiungere questa posizione, le soft skill e tutti i requisiti personali adatti a ricoprire questo ruolo, sono necessari almeno quanto l’esperienza in quasi tutti i settori. Ecco tutte le caratteristiche che devi possedere se ambisci a ricoprire questo ruolo.

  • Orientamento al risultato e predisposizione a lavorare per obbiettivi.
  • Flessibilità negli orari dei turni di lavoro.
  • Predisposizione a lavorare nei giorni di festa o durante le vacanze.
  • Dinamicità
  • Eccellente capacità di Problem Solving.
  • Ottima predisposizione alle public relation.
  • Eccellente capacità di teamworking.
  • Eccellenti capacità di Leadership.
  • Doti di Team building.
  • Resistenza ed eccellenti capacità a lavorare sotto stress.

I livelli di responsabilità dello store manager

I livelli di responsabilità dello store manager riguardano tutto ciò che accade nel punto vendita e le operazioni aziendali nella sua totalità. Questo lavoro è impegnativo ma anche molto gratificante per chi aspira a intraprendere una carriera soddisfacente. Le attività di questo ruolo sono spesso frenetiche, la gestione economica e il controllo organizzativo dell’intero store, richiedono numerose competenze e tanta passione per ottenere maggiori risultati e massimizzare i profitti.

Possibilità di carriera

Una volta diventato capo reparto, le tue possibilità di salire di grado per ricoprire il ruolo di store manager sono davvero tante, a patto che tu faccia un buon lavoro. Le possibilità di carriera quando diventi direttore di un punto vendita sono molto ghiotte. Puoi diventare Area Manager o Capo Area e gestire i responsabili di più punti vendita situati in una provincia, regione o anche in un’altra nazione, aumentando la tua gratificazione personale, l’inquadramento aziendale e anche lo stipendio.

Stipendi

Gli stipendi di un direttore di un punto vendita oscillano dai 1.800 ai 2.600 euro netti al mese. La media dello stipendio netto mensile è di 2.100 euro al mese, a cui possono aggiungersi bonus e premi di raggiungimento obiettivi.

I settori che offrono di più per questa figura professionale sono quello dell’abbigliamento (2.300 euro netti al mese), e chi ricopre il ruolo di Senior (2.400 euro netti al mese). Seguono i direttori di Supermercati con 2.100 euro netti al mese e chi lavora nel settore dell’ottica (1.900 euro).

I meno pagati sono le categorie Allievo e Junior, rispettivamente con 1320 e 1250 euro netti al mese. Queste cifre sono indicative in quanto ogni settore e azienda specifica possiede le proprie peculiarità contrattuali, che sono diverse e variano da brand a brand, quindi lo stipendio potrebbe oscillare verso l’alto o verso il basso.

Dove sono maggiormente ricercati?

La figura dello store manager è molto ricercata negli ipermercati, supermercati e punti vendita appartenenti alla Grande Distribuzione Organizzata, nei centri commerciali e anche nei grandi e medi negozi. Ecco un breve e funzionale elenco dei migliori brand che sono sempre alla ricerca di professionisti che devono ricoprire questo ruolo.

Supermercati ed Ipermercati che possono assumere Store Manager

Catene del lusso e dell’abbigliamento che possono assumere Store Manager

Offerte di lavoro Store Manager

Su Euspert sono presenti quotidianamente nuove ed aggiornate offerte di lavoro per Store Manager in tutta Italia



CATEGORIES
Share This