Startup tecnologiche: un’App da 20 milioni di download a Manfredonia

Un'avventura cominciata con una scommessa, oggi è un' App di successo nel panorama delle startup tecnologiche. Ecco chi l'ha inventata.

Nuovo talento della Silicon Valley continuamente in giro per il mondo, ad inseguire i ritmi frenetici del suo lavoro? No, lui è nato a Manfredonia, vive ancora lì e ha 25 anni.


startup-tecnologiche

 

 

 

 

 

 

 

Ma il talento per le startup tecnologiche quello non gli manca di sicuro.

Un’App di successo nel panorama delle startup tecnologiche

Ha sviluppato un’App, Vincenzo Colucci, da 20 milioni di download. Lui ha studiato informatica all’Università di Bologna ed è uno sviluppatore Android, però la passione per le startup tecnologiche l’ha sempre avuta e ha cominciato molto presto con le sue applicazioni. La prima in assoluto nasce quasi per scherzo o meglio da una scommessa: un amico stava “grattando” un biglietto del gratta e vinci e lui scommette di poter creare un’applicazione identica con la stessa funzionalità. E poi quando era uno studente universitario il suo hobby preferito era quello di lavorare sul desktop del suo computer per migliorare l’esperienza utente e trovare sempre nuove soluzioni performanti e più efficaci. Ed ecco che comincia a balenare l’idea di una nuova applicazione, che però Vincenzo pensa di progettare direttamente per i dispositivi mobile.  Ed è così che è nata Smart Launcher, la sua App che come un maggiordomo virtuale permette di riordinare tutti i contenuti dello smartphone. Ogni elemento può essere catalogato in una categoria a scelta come comunicazione, internet, multimedia, accessori e impostazioni.

Questa sua idea non lo abbandona più. E ci lavora talmente tanto che decide di presentare il progetto come tesi di laurea; tra lo scetticismo generale di chi lo mette in guardia e teme per lui un grande fallimento. Ma Vincenzo è più che deciso e investe dei soldi per provare a lanciare l’applicazione. In totale poco più di 200 euro. E precisamente 150 per comprare un cellulare android, 18 per andare su Play Store e crearsi un account come sviluppatore e 40 per comprare un hosting per il suo sito web. Tutto qui. Mette in rete la sua novità nel mondo delle startup tecnologiche e cominciano i download. La prima versione ne totalizza 350 mila. Ma già con la seconda supera il milione. Ad oggi sono circa 20 milioni gli utenti che hanno scaricato Smart Launcher, ovviamente non solo in Italia. L’applicazione è disponibile anche per gli utenti stranieri e i download arrivano dagli Stati Uniti e dalla Russia, dal Messico all’India, dall’Indonesia alle Filippine, alla Malesia e via dicendo.

Il passaggio successivo è quello che vede adesso Vincenzo a capo di una ditta individuale. Ebbene sì arrivano i primo guadagni dai download, che oscillano tra i 50 e i 150 euro al giorno. Oggi è possibile scaricare la versione base ma si possono ottenere ulteriori funzioni con la versione a pagamento.

La soddisfazione più grande arriva però quando Vincenzo viene contattato direttamente da Google. Il colosso l’ha notato e ha voluto girare un video proprio a Manfredonia, nella sua città natale, per celebrare la sua iniziativa e la sua intraprendenza personale. Lui stesso ammette che è proprio questo il senso del video che circola sul web. Dimostrare che non bisogna essere ragazzi prodigio o avere soldi per poter realizzare qualcosa. Lui è “solo” uno studente che ha creduto nella sua idea e ne ha fatto un successo, con un budget quasi nullo.

Progetti per il futuro? Migliorare sempre di più l’applicazione, apportando modifiche  soprattutto  grazie ai feedback degli utenti. E il team di collaboratori oggi è già di tre persone. Auguri.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS