SPI CGIL: il 9 aprile in piazza con i giovani

Lo SPI CGIL aderisce alle iniziative di mobilitazione territoriali del 9 aprile insieme ai giovani.


I temi della mobilitazione riguardano le attuali dinamiche del mercato del lavoro che portano i giovani, ma anche i meno giovani a vivere situazioni difficili. All’attenzione sono posti i temi come la precarietà, il lavoro sottopagato e il lavoro flessibile. In particolare tutti quei diritti negati come la salute, un giusto salario, una scuola per tutti e la casa.

Altre motivazioni riguardano la precaria situazione dei pensionati e degli anziani, che hanno pensioni sempre più povere, abitazioni inadeguate, costi sociali altissimi sia per la loro salute che per accedere ai servizi pubblici. Gli studenti in particolare chiedono l’attenzione del mondo politico, non sono disposti a scomparire dall’agenda dei politici, vogliono essere valorizzati e tornare a essere protagonisti nel loro Paese.

In particolare i giovani e i precari si ribellano alla realtà che sono costretti a vivere a causa di leggi che non tutelano il diritto allo studio, che dequalificano il lavoro, il quale non è più un diritto ma un privilegio, condannandoli a una dipendenza a vita dalle proprie famiglie e a dover vivere con l’ angoscia di un contratto che scade o una borsa di studio che non verrà più data.

Alla mobilitazione dello SPI prevista per il 19 e 20 aprile, faranno parte donne, giovani, pensionati, cittadini, lavoratori che si battono per i rispetto dei diritti. Le ragioni che uniscono “giovani e anziani” sono quelle di volere un Paese che riconosca un futuro migliore alle nuove generazioni e un maggior rispetto per quelle anziane.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS