Siamo precari per far lavorare le Agenzie?

Mi piacerebbe sapere se ci fosse qualcuno in grado di fare un conto approssimativo del numero di agenzie interinali in Italia, dedurre il numero di dipendenti di suddette agenzie, e a quel punto capire : ma tutti questi operator…i, prima dell’avvento del lavoro interinale, dov’erano?…Ancora : il denaro per pagare le agenzie ed i loro dipendenti, da dove proviene?…Io ho solo la presunzione di aver intuito qualcosa del tipo : siamo diventati tutti precari, per far posto ad una nuova classe professionale : quella degli impiegati nelle agenzie!…Questo perchè adesso, nemmeno più come sguattero riesco a trovare lavoro, mentre invece prima dell’avvento del lavoro precario, almeno in questo sono sempre riuscito senza problemi. Bastava esser motivati ed aver voglia di lavorare. Adesso nemmeno la voglia serve più! Perchè il lavoro è diventato lavoro precario, ovvero, il nuovo business del futuro!

Toni M. – pubblicato sulla pagina Facebook di Bianco Lavoro

Risposta di Bianco Lavoro

Gentile sig. Toni,

possiamo fare molto più di un conto approssimativo e darle la cifra esatta delle agenzie di somministrazione in Italia: sono 89 in tutto quelle autorizzate dal Ministero del Lavoro. Poi ognuna di esse ha una sede in moltissime città, in totale quindi si raggiungono circa 2500 filiali sul territorio nazionale. Numero di dipendenti diretti? Considerando il personale di filiale, di area e di sede di ognuna di esse dovrebbero essere circa 8/9.000.

Il denaro per pagare i dipendenti delle agenzie proviene dai loro clienti, dal lavoro che svolgono dunque, non hanno alcuna sovvenzione statale come molti credono. Sfatiamo un luogo comune secondo il quale le agenzie hanno interesse a fare “banca dati” senza mandare le persone a lavorare… non è così, l’agenzia guadagna e sopravvive solo quando le persone lavorano.

Le possiamo garantire inoltre che il precariato non lo hanno inventato di certo le agenzie ed i loro dipendenti, anzi, il contratto di somministrazione che propongono alle aziende è perfettamente identico ai CCNL di categoria (con tredicesima, malattie, ferie, e tutti i diritti connessi) e salva molte persone dal lavoro nero e dai vari contratti “a progetto” senza progettualità alcuna ed altre abominevoli forme di precariato.

Ci spiace che la sua situazione sia cambiata negli anni, ma i fattori sono diversi. Lei avrebbe ragione se oggi le aziende prendessero lavoratori somministrati in alternativa a contratti a tempo indeterminato che invece farebbero se non ci fossero le agenzie. La realtà è differente, se le agenzie non facessero i loro contratti il destino dei lavoratori oggi somministrati sarebbe ben peggiore: “periodi di prova” in nero in attesa di contratto (che poi non arriva mai), contratti a progetto utilizzati come se fosse lavoro dipendente, tempi determinati e poi a casa, etc…

Con questo non vogliamo a tutti i costi difendere le agenzie ed anzi su molte cose siamo critici nei loro confronti (in primis perchè non fanno un minimo di attività di comunicazione nei confronti dei candidati per spiegare le reali situazioni ed alimentano così queste leggende metropolitane), ma dare la colpa del precariato al personale delle agenzie ci sembra eccessivo e fuori luogo.

Speriamo di aver risolto alcuni suoi dubbi e siamo aperti ad ogni tipo di commento integrativo. In bocca al lupo per il suo futuro professionale.

CATEGORIES
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)