Come si diventa broker finanziario

Chi è e di cosa si occupa il broker finanziario, una delle professioni più ambite da parte dei giovani studenti di finanza!

È una delle professioni più ambite dai giovani che si appassionano al mondo della finanza e, probabilmente, anche una delle professioni che il mondo del cinema ha contribuito a “creare” nell’immaginario collettivo. Parliamo naturalmente del broker finanziario, in Italia spesso associato alla figura di “promotore finanziario” e, sicuramente, un mestiere che è bene non sottovalutare sul fronte evolutivo nei prossimi anni, e che potrebbe rappresentare anche una possibilità di sviluppo formativo per molti dei nostri lettori. Ma chi è il broker finanziario? Cosa fa? Quanto guadagna?

Cosa fa il broker finanziario

broker finanziario

image by solarseven

Il broker finanziario vende e acquista strumenti finanziari per conto di altre persone, andando a individuare i prodotti che meglio possono adattarsi alle esigenze del cliente. Il suo obiettivo è dunque quello di consigliare il proprio cliente sul migliore mix di strumenti finanziari da inserire nel rispettivo portafoglio, con l’obiettivo di ottenere un guadagno dalla gestione cmoplessiva. È pertanto un lavoro che è incentrato su un rapporto di fiducia e di conoscenza con la propria clientela, e che ha come oggetto la compravendita di strumenti finanziari e la gestione degli investimenti.

Chi può diventare un broker finanziario

Tutti possono potenzialmente diventare broker finanziari. Naturalmente, dalla teoria alla pratica… c’è un ampio spazio che vi consigliamo di colmare con conoscenze approfondite dei mercati finanziari, istinto per gli affari, capacità di analizzare e di interpretare le esigenze della clientela, di gestione dei portafogli dei clienti, di aggiornamento e di monitoraggio di quanto accade sui mercati finanziari e tanto altro ancora. Il broker finanziario deve essere disponibile e in grado di reggere lo stress che il proprio mestiere determina.

Come si diventa broker finanziario

Per poter diventare broker finanziario non sono necessari titoli di studio come laurea o equivalenti, sebbene sia comunque molto consigliabile avere conoscenze avanzate di finanza: per questo motivo i percorsi di studio accademici maggiormente indicati sono tutti quelli di carattere economico – giuridico. Meglio inoltre affiancare un bel master di settore, fondamentale per poter svolgere la professione con il giusto bagaglio di competenze.

Come è organizzato il lavoro di un broker finanziario

L’immaginario collettivo, influenzato da alcuni film di particolare notorietà, porta a pensare che il broker finanziario passi le giornate nei palazzi di Borsa. In realtà, oggi il lavoro del broker è organizzato in maniera molto più semplice e digitale, considerato che non è affatto necessario essere presente sul luogo delle contrattazioni o direttamente in ufficio del cliente. Grazie agli strumenti informatici più moderni, il broker finanziario può gestire l’intera propria professione direttamente da casa propria o dal proprio ufficio, riuscendo a interfacciarsi con il cliente tramite email, videoconferenze, telefono, e impartire gli ordini di acquisto o di vendita attraverso il proprio pc, smartphone, tablet. Naturalmente, quanto sopra non far passare in secondo piano il fatto che sia essenziale stabilire un rapporto di profonda conoscenza e fiducia con il proprio cliente. Proprio per questo motivo è molto importante far visita frequente al cliente, anche allo scopo di aggiornarlo dell’andamento dei propri investimenti.

Quanto guadagna un broker finanziario

Lo stipendio di un broker finanziario è principalmente legato al suo portafoglio clienti e ai profitti che riesce a ottenere attraverso gli investimenti: non solo, cambia infatti a seconda del fatto che sia un libero professionista o che lavori per conto di una banca di investimenti. Ne consegue che non è per niente facile fare una stima, tenendo però conto che i guadagni possono arrivare a cifre davvero molto, molto interessanti!