Sgravi contributivi, disponibili quelli sui contratti di solidarietà 2006-2008

Via libera all'ottenimento degli sgravi contributivi sui contratti di solidarietà con CIGS del periodo 2006-2008.

Sono passati ben nove anni, ma l’Inps ha finalmente reso disponibili gli sgravi contributivi relativi ai contratti di solidarietà, accompagnati da cassa integrazione guadagni straordinaria, stipulati esclusivamente nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2006 e il 30 giugno 2008, e i cui benefici contributivi, sotto il profilo della competenza, si collocano nello stesso periodo. A sancirlo è la circolare n. 70/2015 dell’Inps, che disciplina un lunghissimo tema che sta finalmente per giungere alla prevista conclusione.


 

Ecco i contenuti principali della circolare.

Chi beneficia della riduzione contributiva

Le destinatarie dell’agevolazione contributiva sono le imprese che hanno stipulato dei contratti di solidarietà tra il 31 dicembre 2005 e il 30 giugno 2008, con intervento della CIGS, disposto con apposito decreto ministeriale. Si tenga conto come la riduzione contributiva potrà essere riconosciuta anche in favore di imprese subentranti a seguito di tali operazioni societarie come, ad esempio, quelle individuabili in seguito a fusioni, incorporazioni o scissioni.

Come funziona lo sgravio contributivo

Secondo quanto dettato dalla normativa, la riduzione è prevista per la durata del contratto con il limite massimo di 24 mesi, e compete per ognuno dei lavoratori interessati dall’abbattimento di orario in misura superiore al 20 per cento, con erogazione dell’integrazione salariale straordinaria. La misura della riduzione della contribuzione previdenziale e assistenziale è pari al 25 per cento, ed è elevata al 35 per cento nel caso in cui l’accordo disponga invece di una riduzione dell’orario superiore al 30 per cento.

Dunque, per ogni mese i datori di lavoro hanno diritto alla riduzione del 25 per cento o del 35 per cento sulla parte dei contributi a loro carico per ogni lavoratore che nello stesso periodo ha avuto un orario ridotto rispettivamente del 20 per cento o del 30 per cento rispetto a quello contrattuale.

Come ottenere gli sgravi contributivi

La procedura per l’ottenimento degli sgravi contributivi deve essere attivata ad iniziativa dei datori di lavoro interessati. La sede Inps competente attribuirà alla posizione aziendale uno specifico codice di autorizzazione, limitatamente al periodo di paga cui si riferiscono i flussi UniEmens con i quali viene operato il conguaglio.

Nell’ipotesi di imprese cessate (ipotesi peraltro tutt’altro che improbabile, considerate le lungaggini), il recupero sarà effettuato mediante le procedure di regolarizzazione contributive.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS