Se questo è un lavoro. Pagato per testare gli scivoli acquatici

Sei mesi, durante i quali Sebastian Smith girerà il mondo per testare scivoli acquatici. Guadagnerà circa 13mila euro. Non molto tempo fa avevamo pubblicato un’offerta di lavoro piuttosto particolare. In Australia cercavano guardiani di parchi naturali ed altre posizioni similari, tutte a contatto con la natura. Tutte “rimborsate” con una cifra forfettaria di 100.000 dollari. Per Smith, lo studente inglese di Leeds che ha avuto la fortuna di essere stato scelto dal tour operator First Choice, gli introiti saranno molto minori, ma la particolarità del lavoro forse è addirittura superiore a quella delle offerte australiane.


Il 22enne dovrà infatti provare scivoli acquatici in giro per il mondo, visitando posti straordinari e, sostanzialmente, divertendosi facendo la spola tra un’attrazione estiva e l’altra. L’impiego offerto dalla First Choice infatti, è proprio questo, ovvero testare gli scivoli e fornire  poi tutte le opinioni e le indicazioni del caso, anche sugli spruzzi. Il predecessore di Smith, Tommy Linch lo ha definito “il miglior lavoro del mondo” (e si fa ben poca fatica a crederlo, in effetti). Lynch, 33 anni, l’originalissimo mestiere di tester di scivoli lo ha svolto diligentemente per ben 4 anni. Ed in effetti sembra davvero  dura annoiarsi con un lavoro del genere.

Comunque, Smith non potrà solo divertirsi, anzi. Sono infatti molti gli aspetti professionali, anche di grande importanza, legati al mestiere di tester di scivoli. Il 22enne dovrà essere in grado di valutare con obiettività e competenza un buon numero di caratteristiche degli impianti ludici. Spruzzi, ma anche angolazione, eventuale pericolosità, lunghezza e via dicendo. Insomma una sorta di responsabile operativo della qualità, anche se di un “prodotto” decisamente insolito. Dovrà inoltre tenere aggiornato il pubblico, tramite i più noti canali social, come Twitter e Facebook. Sì certo, l’impiego è senza dubbio molto impegnativo e probabilmente ci si può anche scordare di poter passare qualche giorno a casa ma…




CATEGORIES
Share This

COMMENTS