Scuola-lavoro, coinvolti 227.886 studenti

La metodologia ‘scuola-lavoro’, rivolta a tutti gli studenti che hanno compiuto il quindicesimo anno di età, secondo gli ultimi dati raccolti dell’Istituto nazionale di Documentazione, innovazione e Ricerca educativa su incarico del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha senza dubbio riscontrato un buon successo. I numeri parlano chiaro: circa 228mila studenti, 3.177 scuole, 77.991 strutture ospitanti.


E nel Salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, svoltosi alla Fiera di Verona che è stata confermata l’efficacia della metodologia. Un’opportunità che offre occupazione giovanile, ma soprattutto orientamento, come opportunità di collegamento diretto con le filiere economico-produttive dei territori

Nell’anno scolastico 2012-2013 il 45,6% delle scuole secondarie di secondo grado ha attivato percorsi di questo tipo. Buona parte di esse sono istituti professionali, a seguire indirizzi tecnici e licei. Mentre i settori che hanno impiegato e supportato i giovani in questi ambiziosi progetti sono quelli legati alle attività dei servizi alloggio e ristorazione, ma anche attività manifatturiere, attività professionali, scientifiche e tecniche.

Tale metodologia, centrata sulla didattica laboratoriale mira a incentivare l’apprendimento e lo sviluppo esperienziale attivo, e questo non può che favorire i giovani studenti che oltre alle conoscenze di base apprendono anche competenze essenziali nel mercato del lavoro: dal problem solving alla capacità di orientarsi affrontando situazioni reali.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS