Roma, Milano e Napoli: come va il mercato del lavoro

Il numero delle nuove offerte di lavoro si è ridotto in maniera significativa nella gran parte delle aree urbane d’Italia. Tuttavia, il mercato occupazionale tricolore non sembra aver alzato bandiera bianca, offrendo validi spunti in specifici settori di riferimento. Vediamo allora, sulla base delle ultime rilevazioni, quali sono le assunzioni più frequenti nelle tre principali aree metropolitane d’Italia.


Roma

Cominciamo con Roma, dove – secondo i dati Unioncamere – nel secondo trimestre del 2013 le assunzioni sono state quasi un quinto in meno rispetto al periodo precedente. Qui, si stima, sono infatti stati assunte 12.280 nuove risorse umane, concentrate prevalentemente nel macro settore dei servizi (87 per cento) e nelle imprese di grandi dimensioni (con più di 50 dipendenti). In particolare, Unioncamere segnala che le imprese sembrano aver dimostrato un particolare interesse per le figure intermedie (impiegati e addetti alle attività commerciali e terziarie, per il 43,2%), piuttosto che per le figure di vertice o quelle ai più bassi gradini della scala gerarchica, senza qualifiche.

Tuttavia, e proprio in proposito del peso dei titoli di studio e delle specializzazioni, emerge altresì che la laurea ha un peso relativamente minore rispetto al passato. Il titolo di studio conseguito all’Università pesa infatti per il 19,6 per cento delle assunzioni non stagionali, con i diplomati che invece assorbono oltre la metà delle ricerche di personale. Chi ha una qualifica professionale assorbe invece il 12,5% dei posti di lavoro, mentre poco meno di un quinto va invece a chi non ha formazione specifica.

Per quanto attiene i singoli settori, quello che movimenta maggiormente il mercato del lavoro della Capitale è quello del turismo, visto e considerato che dalle aziende che operano in questo comparto arriva quasi un’assunzione su cinque. A pesare sono anche i posti creati nei servizi operativi (16,1%), nel commercio (13,4%) e nei servizi avanzati (12,6%). Tra i profili più ricercati, le figure del commercio, e i tecnici amministrativi, finanziari, bancari, i tecnici delle costruzioni e gli ingegneri. Molto richiesti anche i cuochi e i camerieri.

Per quanto infine attiene le assunzioni per età anagrafica e forma contrattuale, a Roma nel complesso il 35 per cento delle assunzioni delle imprese sono state indirizzate a giovani sotto i 30 anni, con una percentuale superiore di 5 punti rispetto alla media nazionale. Quanto invece alle tipologie contrattuali offerte, solamente il 32,5 per cento dei casi è con contratto a tempo indeterminato, con un valore quasi doppio rispetto alla media nazionale. In provincia sei assunzioni su 10 sono a tempo determinato, mentre il 7,1 per cento è con apprendistato.

Offerte di lavoro a Roma

Milano

Passiamo dunque a Milano. Nel capoluogo lombardo le assunzioni dell’ultimo trimestre sono state 11 mila unità, con una composizione che tende a prevalere il settore dei servizi (77 per cento). Nella città il 31 per cento delle assunzioni ha riguardato figure specializzate (contro il 22 per cento di Roma), prevalentemente incentrate nel comparto commerciale, del marketing, della finanza e dell’edilizia.

Per quanto attiene la distribuzione dei posti di lavoro, le aziende che stanno assumendo sono attive sia nel commercio (13%) che nei settori dei servizi alle persone e alle imprese (12%), del turismo (12%), dei serviiz avanzati (10%) e di quelli finanziari (8%).

Infine, si segnala come a Milano il 33 per cento delle assunzioni abbia riguardato gli under 30, e che per il 42% si è trattato di un contratto a tempo indeterminato, per un valore che pone Milano in cima alle metropoli nazionali per quanto attiene tale variabile statistica.

Offerte di lavoro a Milano

Napoli

Secondo quanto affermano le fonti statistiche di Unioncamere, a Napoli sono stati creati 8.280 posti di lavoro negli ultimi tre mesi, con una concentrazione nel settore dei servizi per l’83,3%. Così come a Roma e a Milano, anche nel capoluogo campano si cercano prevalentemente figure intermedia (per il 54% dei casi), con le professioni ad alta specializzazione che rappresentano solo il 9,5% del totale. Ancora, quasi il 40% delle assunzioni arriva dal turismo e dalla ristorazione, mentre solamente meno del 20%  delle assunzioni è effettuato con contratto a tempo indeterminato. Pressochè inutilizzato (meno del 3%) il contratto di apprendistato.

Offerte di lavoro a Napoli



CATEGORIES
Share This

COMMENTS