Quando lavorare è un piacere: 10 mestieri da sogno (o quasi)

Assaggiare cibi, recensirli, organizzare eventi e guidare auto di lusso: c'è chi viene pagato per fare tutto questo

Quante sono le persone che possono dire di fare il lavoro che amano? Ad occhio e croce, non tantissime. Ad anni di studio e di formazione seguono, molto spesso, mansioni malpagate e scarsamente qualificate, destinate a spegnere gli entusiasmi e le speranze degli esordi. Ma per fortuna non è sempre così. Ai più creativi e volitivi può capitare, infatti, di trovare un mestiere da sogno, capace di gratificarli in tutti i sensi. In questo articolo, ve ne forniamo una rassegna, con la speranza e l’augurio di ingrossare le fila dei lavoratori felici. Che, ca va sans dire, sono anche i più motivati ed appagati.


ok

La “carrellata” che segue prende le mosse da un articolo pubblicato, qualche tempo fa, su un sito americano e restituisce dunque uno spaccato che non è propriamente italiano. Ma a nostro avviso, al netto delle distanze chilometriche e culturali che ci separano dagli States, può aderire tranquillamente anche ai gusti e alle inclinazioni dei nostri connazionali perché coinvolge una sfera sensoriale che non conosce confini. Una top ten insolita, stilata pensando a chi svolge lavori piacevoli e ben pagati.

10/ Al decimo posto troviamo l’acconciatore di animali che si prende cura di cani e gatti. E’, senza dubbio, il mestiere ideale per gli amanti di Fido, ma non si pensi che sia tutto rosa e fiori. Fare lo shampoo, limare le unghie, pettinare il pelo e coccolarli è sicuramente la parte più piacevole, ma un bravo acconciatore deve anche badare ad altro. La conoscenza approfondita del mondo animale dovrebbe, infatti, consentirgli di rapportarsi, nel giusto modo, coi suoi “clienti” a quattro zampe, evitandogli traumi di qualsiasi tipo. E non si trascuri il fatto che si tratta di un mestiere molto “dispendioso” dal punto di vista fisico: fare il bagnetto a un mastino napoletano, per dire, non è esattamente una passeggiata.

9/ Al nono posto c’è il cosiddetto personal shopper o assistente agli acquisti. Di chi stiamo parlando? Della persona pagata (a volte anche profumatamente) per fare spendere soldi nei negozi di abbigliamento. E’ la strada che tutti i fashion-addicted dovrebbero ponderare di intraprendere, senza dimenticare però che non si tratta solo di avere buon gusto. Assistere qualcuno durante lo shopping è una cosa seria: bisogna individuare l’inclinazione del cliente, scovare lo stile e i colori che lo valorizzano e tentare di fargli spendere il meno possibile. E, cosa ancora più importante, occorre essere dotati di grande pazienza e savoir-faire. Al personal shopper capiterà, molto spesso, di dire al suo assistito che la tale giacca o la tale gonna non gli/le dona. Utilizzare le parole più opportune si rivelerà, in quel caso, fondamentale.

8/ Ottavo posizionamento per il viticoltore ovvero l’enologo che passa le giornate ad assaporare il “nettare degli dei”. Sembrerebbe davvero un mestiere da sogno – anche per via dei guadagni che, nel caso delle cantine più prestigiose, possono fruttare cifre da capogiro – ma anche in questo caso la fatica non manca. Il bravo etologo è un esperto ed amante del vino: sa riconoscere le varietà delle uve e cura minuziosamente ogni fase della sua produzione.

7/ Al settimo posto troviamo, invece, il chocolatier, che rende più dolce la vita di tutti i suoi clienti. Non si tratta solo di realizzare cioccolati, il bravo chocolatier è alla continua ricerca di profumi e aromi nuovi e cura con attenzione ogni piccolo particolare. A renderlo un vero e proprio artista sono, infatti, le decorazioni con cui riesce a ingentilire le sue golose creazioni.

6/ Sesta posizione per i tester di auto di lusso che si procurano da vivere collaudando le auto che la maggior parte di noi si limita ad ammirare sulle riviste specializzate. Si tratta, in pratica, di frequentatori abituali di Ferrari, Porsche, Maserati, Bmw pagati dalle aziende per verificare la funzionalità e la fruibilità dei loro “gioielli” a quattro ruote. Il mestiere ideale per gli amanti dell’alta velocità che non possono, però, lasciare la professionalità ai box. Il tester deve avere, infatti, un’approfondita conoscenza tecnica dei motori e saper riferire dettagliatamente su ogni cosa: accelerazione, frenatura, tenuta di strada, comodità, visibilità. Mettersi al volante di un’auto da sogno è solo l’aspetto più superficiale del suo lavoro.

5/ A metà della classifica dei lavori piacevoli e ben pagati troviamo il critico culinario, colui che viene retribuito per mangiare e bere fuori casa. Può svolgere l’attività da freelance o scrivere regolarmente per una testata specializzata, un blog o una guida turistica: quello che è essenziale è che non si limiti a trangugiare ciò che gli viene portato a tavola, ma si soffermi a valutare ogni aspetto della pietanza. Non si tratta, in sintesi, di essere solo una buona forchetta: i critici più accreditati sono quelli che sanno riconoscere gli ingredienti ed apprezzare gli abbinamenti e relazionano minuziosamente su consistenze, sapori e profumi.

4/ Quarto posizionamento per l’organizzatore di eventi, professione che è andata sempre più affermandosi, nel corso degli ultimi anni. Il segreto sta nella cura che deve essere destinata ad ogni piccolo particolare. Che si tratti di un matrimonio o di una convention aziendale, tutto deve essere impeccabile e contribuire a rendere indimenticabile la giornata

3/ Sul gradino più basso del podio si posiziona il disegnatore di videogiochi pagato per progettare e creare games da solo o in squadra. Si tratta di un lavoro avvincente e faticoso, che necessita di competenze e qualifiche precise. A spuntarla sono solitamente i programmatori e gli specialisti di modelli 3-D che riescono a realizzare giochi mozzafiato. Il lavoro (che per loro è tutt’altro che un gioco) può procurare guadagni stellari

2/ Medaglia d’argento per il mago professionista che, per lavoro, deve lasciare la gente a bocca aperta. Sia ben chiaro: non ci riferiamo qui ai maghi itineranti, che intrattengono il pubblico nelle piazze o nelle strade (che si accontentano di entrate piuttosto modeste), ma di quelli che, dopo anni di dura gavetta, arrivano ad esibirsi al cospetto di platee facoltose in luoghi pubblici o privati. Talento, impegno e dedizione sono gli ingredienti che non possono mai mancare, aggiunti a una buona dose di empatia. Il segreto del successo – oltre che nei trucchi più o meno congegnati – sta, infatti, nella capacità di entrare in contatto con le persone.

1/ Il mestiere più piacevole e ben pagato del mondo? Stando agli estensori dell’insolita classifica è quello dell’assaggiatore professionale che testa quotidianamente la gradevolezza di cibi e bevande. In pratica, le aziende sottopongono all’insindacabile giudizio delle sue papille gustative un numero imprecisato di prodotti che deve assaggiare con attenzione per decretarne la bontà o suggerirne aggiustamenti. Un vero e proprio lavoro da sogno (si pensi all’assaggiatore a cui è toccata la fortuna di sperimentare, per primo, la cremosità della Nutella) che può, però, nascondere delle insidie come quella di mettere su qualche chilo di troppo.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS