Professione Cool hunter

Il Cool Hunter è una professione creativa legata al mondo della moda e si occupa di fornire spunti e nuove idee a chi progetta le collezioni. Il Cool Hunter, letteralmente “cacciatore di nuove idee” è una professione attuale e ricercata da tutti gli stilisti e i creativi. E’ una professione di tendenza e molto interessante, che vede il Cool Hunter spesso in viaggio per il mondo per cercare nuove idee e spunti creativi. Le doti principali di un Cool Hunter devono essere: uno spiccato senso estetico, curiosità innata, ottime capacità di osservazione, una buona cultura visiva e artistica, intraprendenza e adattabilità, predisposizione e disponibilità a viaggiare spesso.


La ricerca di nuovi spunti ed idee è un valore aggiunto indispensabile oggi per qualsiasi creativo che operi nel campo della moda, della comunicazione visiva e del design, soprattutto perché c’è l’esigenza di venire incontro alle richieste della clientela, legate all’interpretazione del gusto.

Ogni cliente, pertanto, seppur diverso da un altro, va inserito in un determinato habitat sociale caratterizzato da un modo di vestire e di porsi condiviso esteticamente. Il suo linguaggio estetico viene contestualizzato dal cool hunter, che cerca idee e ispirazione proprio all’interno dei vari contesti urbani e metropolitani più di tendenza e se serve, anche all’estero. Ad esempio, se scopre che a fare tendenza è un determinato mercatino indonesiano, americano, olandese o magari parigino o londinese, egli dovrà recarsi in sede e acquisire gli oggetti che gli servono per aprire la mente del creativo di moda per cui lavora.

Le tendenze maggiori si hanno spesso in luoghi in cui è molto forte una certa componente multiculturale, in cui si stabilisce cosa è cool, ovvero cosa piace, e cosa non è cool, cioè cosa non piace. Allo stesso modo si individua cosa piacerà nella prossima stagione: cosa sarà di tendenza? Si porterà un certo stile vintage? L’etno-chic? I cool hunter girano in lungo e largo per il mondo per scoprire cosa sarà di moda nella prossima stagione e soprattutto per anticipare le tendenze.

Il Cool hunter ha, in genere, dai 20 ai 40 anni, vive in grandi città o contesti metropolitani dai quali può osservare e captare le nuove tendenze, per la strada, nei locali, nei mercatini, ovunque, cercando di segnalare e di capire quale potrebbero essere i luoghi, gli oggetti, le situazioni più cool e trasmetterle non solo ai creativi di moda, ma anche le aziende di design, di comunicazione, distribuzione e cosmesi.

Come lo fanno? Raccogliendo e analizzando materiale vario. Come opera il Cool Hunter? Il Cool Hunter opera raccogliendo materiali come fotografie, volantini, programmi di mostre e concerti, gadget, praticando teatri e gallerie, attraverso l’arte e gli eventi ad essa connessi, studiando i locali, vecchi e nuovi, visitando e monitorando strade e situazioni alla ricerca di imput creativi nuovi e originali. La tecnica di lavoro è quella di muoversi dal centro alle periferie, ma spesso, molti Cool Hunter fanno il contrario, partono da contesti periferici per arrivare a contesti urbani più centrali. Lo scopo, rimane, in ogni caso, sempre lo stesso, ovvero quello di anticipare e scovare le nuove tendenze, quello che sarà di moda nel campo della comunicazione visiva e della moda, della pubblicità e del design. Che formazione deve avere un Cool Hunter?

Da premettere che sono avvantaggiati quelli che hanno frequentato corsi di laurea umanistici, ad indirizzo artistico, licei e istituti d’arte, sarebbe meglio, se si ha la passione e ala voglia di intraprendere questo mestiere, specializzarsi subito con degli appositi corsi post laurea dedicati alla moda, alla storia del costume, all’arte e alle scienze dello spettacolo. Oppure, si può prendere una laurea ad indirizzo specifico, le università che offrono questo tipo di percorso sono diverse, a cominciare dal DAMS di Bologna, ma anche Padova, con il corso di laurea in Cultura e tecnologia della moda, oppure la laurea in Scienze della moda e del Costume a Roma.

Il Cool Hunter è un giornalista, uno stilista e un creativo continuamente a caccia di nuove tendenze, che viaggia continuamente nei contesti urbani ed extraurbani, soprattutto in situazioni multiculturali, svolgendo un lavoro che è un insieme di comunicazione, osservazione e rielaborazione creativa, finalizzata a cogliere informazioni di carattere socio antropologico utili a canalizzare collezioni e idee creative in contesti di mercato. Non tutti possono permettersi di avere dei Cool Hunter e per il momento, questa figura collabora soprattutto con le grandi firme, oppure lavora in grandi aziende nell’area progettazione e ricerca prodotto, come free-lance collabora con studi di consulenza. Il Cool Hunter deve avere, inoltre, ottime doti relazionali e conoscere diverse lingue, deve saper tradurre in novità tutte le suggestioni e le impressioni che riceve dai vari contesti affinché vengano poi tradotte in materiale di consumo apprezzato e utilizzato da un pubblico diverso e variegato.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)

 




CATEGORIES
Share This

COMMENTS