La passerella di Christo: the Floating Piers approda su Google Street View

Google Street View, mette "a disposizione" degli internauti anche la passerella di Christo.

Per chi abita troppo lontano dal lago d’Iseo, o più semplicemente non ha avuto e non avrà occasione di andarci entro il 3 luglio prossimo, giorno in cui The Floating Piers terminerà, Google Street View ha messo a disposizione la sua tecnologia per far vivere, almeno in parte, la passerella di Christo anche a chi, appunto, non potrà camminarci sopra di persona. L’evento pensato e realizzato dall’artista bulgaro Christo e la sua compagna, ha attirato sul relativamente piccolo lago lombardo decine di migliaia di persone, provenienti da tutta Europa e non solo.


passerella di christoCode e disagi, come era lecito aspettarsi, sono stati registrati per tutta la durata dell’evento, ma la grandezza dell’opera ha fatto il giro del mondo e una miriade di persone si è precipitata nelle località lacustri bresciane, incurante del sole a picco e delle file chilometriche necessarie a poter “calpestare”, in senso buono, la passerella di Christo. The Floating Piers è fondamentalmente un lungo ponte galleggiante che si dipana sulle acque del lago d’Iseo, che, opera d’arte a parte, è già di suo una località turistica internazionale pituttosto nota. L’installazione,  rifiutata da città come Rio de la Plata e Tokyo, ha incontrato subito il favore delle istituzioni bresciane. Il tappeto giallo che ricopre i cubi di polietilene si snoda per tre km sulle acque del lago e collega Sulzano a Montisola e all’Isola (privata) di San Paolo.

Certo è che, eventuale distanza a parte, tra le lunghe code, il caldo afoso e mezzi pubblici da prendere e cambiare più volte, la passerella di Christo potrebbe rivelarsi un’esperienza non facilmente accessibile a chiunque. E’ probabilmente per questa ragione che il servizio Street View di Google ha messo a disposizione le sue immagini dinamiche ad hoc, per portare un po’ di The Floating Piers anche nelle case di chi, suo malgrado non potrà andarci nemmeno nei prossimi due giorni. L’installazione chiuderà infatti domenica prossima 3 luglio, come asopra accennato. Non sarà certo come passeggiarsi sopra a piedi nudi, ma, come si suol dire, chi si accontenta gode.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS