Palermo: posto fisso per 15 lustrascarpe, arrivano 70 cv. A febbraio nuova selezione

Poco conta il diploma o la laurea in tutt’altro campo. In una terra caratterizzata dal 50% di disoccupazione per un posto fisso di lustrascarpe arrivano più di 70 cv da tutta l’isola.

Su iniziativa della Confartigianato locale, a Palermo un posto fisso lo avranno 15 lustrascarpe, con stipendio tra 1000 e 1200 euro al mese. Con lo scopo di rispolverare una professione antica e, checché ne dirà qualcuno, degnissima, sono state previste svariate postazioni fisse in cui i prescelti opereranno quotidianamente per portare allo splendore originario le scarpe dei passanti.

lustrascarpeForse però, per la posizione di Sciuscià, nemmeno Confartigianato si aspettava più di 70 curriculum, tra i quali anche quelli di alcuni diplomati e laureati. Curriculum che sono provenuti da tutte le parti dell’isola. Eppure, dal primo febbraio è prevista una nuova selezione. Dislocati tra stazione, aeroporto e tribunale molti giovani hanno visto  in questa occasione un’opportunità per niente trascurabile, visto lo stipendio fisso.

Il presidente di Confartigianato, Nunzio Reina, si è detto soddisfatto della risposta, che è effettivamente un chiaro indicatore di come non sia vero che ai giovani manchi la voglia di lavorare. Certo è che, con il 50% di disoccupazione quelle poche opportunità bisogna cercare di agguantarle con unghie, denti e all’occorrenza in qualsiasi altro modo possibile. In questo senso, per chi vuole cercare di costruirsi un futuro senza essere costretto ad emigrare in altre regioni se non addirittura all’estero, finisce per contare relativamente poco un percorso didattico già completato, magari anche di alto livello.

A mandare il curriculum per un posto da lustrascarpe anche diverse donne. Uniti in forma di cooperativa, gli operatori lavoreranno, oltre che in prossimità dei luoghi cardine sopracitati, anche per le vie del centro Palermo, ricreando così,  in parte, quell’atmosfera genuina che caratterizzava le città di una volta.



Tagged with