Padova: azienda cerca giovani da assumere ma non li trova

E’ un vero e proprio appello quello lanciato da Galdino Peruzzo, titolare della Polo Spa di Teolo, in provincia di Padova. Secondo quanto riferito alla versione online del Mattino di Padova, l’azienda starebbe decisamente faticando a trovare giovani da assumere e da formare in vari ruoli, senza però trovarli. Magazzinieri, addetti vendita, addetti alle consegne dei surgelati. La Polo Spa, operante nel  settore del Food Service, attualmente dà  lavoro a 130 persone e prevede di fatturare per il 2013 una cifra vicina ai 50 milioni di euro. Insomma, un’azienda che definire solida è dir poco. E infatti l’intenzione dichiarata è appunto quella di assumere, in un’ottica di continua espansione.


Peccato che di giovani disposti a lavorare pare se ne trovino pochi, almeno stando alle parole di Peruzzo: “Di questi tempi – ha infatti spiegato il titolare della Polo Spa – sento sovente dire che la disoccupazione giovanile in Italia sta rasentando il 40, noi abbiamo difficoltà a trovare gente giovane disposta a mettersi in gioco, acquisendo la professionalità necessaria, com'è giusto che sia, mediante un periodo di apprendistato.” Il motivo sarebbe che i suddetti giovani “preferiscono rimanere a casa a carico dei genitori piuttosto che guadagnare 800-1000 euro al mese a fare i magazzinieri. Nel nostro settore serve che il venditore prenda confidenza e conoscenza con la merce per la durata di almeno un anno. Solo dopo questo periodo può uscire, affiancato ad un agente senior, ed entrare nella rete di vendita”.

Altri problemi risiederebbero poi nella difficoltà di reperire”padroncini part-time” durante i periodi soggetti ai cosiddetti picchi di lavoro e in quella di trovare persone disposte a lavorare durante i mesi estivi, visto che l’azienda è anche fornitrice dei locali della costa adriatica per quanto riguarda le spiagge venete. La Polo starebbe infatti cercando due venditori giovani da almeno due mesi. Il discorso di Peruzzo, a dirla tutta, non fa una piega e si può riassumere così: sei giovane, vieni a lavorare qui, ma devi capire che stai imparando. Se sei bravo e t’impegni, nel giro di un anno “entri dalla porta principale”.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS