Offerte di lavoro per le Categorie protette in tutta Italia

Come sempre sono numerose le offerte di lavoro dedicate alle “categorie protette”. In particolar modo si tratta di offerte rivolte a persone con invalidità che rientrano nella tutela legislativa della legge 68/1999.

Infatti, come tutti sanno, lo Stato Italiano, col fine di facilitare le assunzioni per queste categorie, ha imposto l’obbligo per le aziende di assumere una persona appartenente alle categorie protette ogni tot di dipendenti. Dall’altro lato facilita le aziende con agevolazioni fiscali rilevanti.

Ora sfatiamo qualche “mito”.

Per categorie protette non si intendono solo i diversamente abili ma anche ad esempio: orfani di caduti sul lavoro, profughi, vittime del terrorismo e della criminalità organizzata. In genere il requisito richiesto è l’invalidità pari o superiore al 46% (fatto salvo alcuni casi come gli invalidi di servizio per cui è sufficiente una percentuale minore). Tale invalidità non sempre pregiudica l’abilità ad un lavoro piuttosto che un altro ed è per questo che le commissioni mediche preposte forniscono anche delle indicazioni in merito ai ruoli che queste persone possono ricoprire.

Le norme di legge relative alle categorie protette valgono allo stesso modo sia per le aziende private che per gli enti pubblici. Questi ultimi in genere hanno un referente incaricato di fare da tramite tra l’istituzione e il cittadino trovando la soluzione migliore per un impiego che risponda alle esigenze del candidato e dell’ente. In alcune provincie si fa riferimento direttamente ai centri per l’impiego ma alcuni comuni (molto grandi) hanno degli uffici interni preposti al contatto tra candidati appartenenti alle categorie protette e le aziende (virtuose) che intendono assumere. Nella pratica si crea un canale preferenziale in cui domanda e offerta di lavoro trovano una reale possibilità di incontrarsi.

Non c’è grande differenza tra nord e sud. L’esperienza del nostro portale ci insegna che, a differenza di quello che in genere si pensa, sia nel privato che nel pubblico il territorio italiano è abbastanza omogeneo.

Inoltre le posizioni ricercate sono veramente varie sia come settori che come “incarichi” da ricoprire. È luogo comune pensare che alle categorie protette siano riservati ruoli di poco spessore. In realtà è nell’interesse delle aziende trovare candidati che contribuiscano in maniera rilevante alla “produttività” dell’azienda compatibilmente alla propria “disabilità”.

È possibile ricercare quotidianamente le offerte su Bianco Lavoro (sono aggiornate in tempo reale) ricercando per parola chiave: categorie protette.

Inoltre Bianco Lavoro ti consiglia:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ti consigliamo il KIT Lavorare sempre, garantito da Bianco Lavoro per la sua qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate in linea con le tue esigenze, fai le tue ricerche e registrarti su Euspert Italia.

CATEGORIES
Share This

COMMENTS

Wordpress (4)
  • Wincenzo77 5 anni

    Buonasera a tutti,
    mi chiamo Vincenzo risiedo a san severo una città in provincia di foggia
    appartengo e sono iscritto all’ufficio di collocamento del mio paese da molto tempo sotto la voce CAT. PROTETTE. Dal 2005, non lavoro. Il mio comune non intende aiutarmi, prendo una pensione minima di 240,00 euro mensili perchè non ho i requisiti per la pensione ho la sclerosi multipla e le cose per me con il passare del tempo possono solo peggiorare oggi come oggi sto bene cammino, uso la macchina, faccio di tutto certo, ho un problema di equilibrio che col passare degli anni potrà solo peggiorare, ma perchè mai nessuno mi ha fatto una proposta? BISOGNA ISCRIVERSI A QUALCHE PARTITO IN PARTICOLARE???

  • Concila 5 anni

    Salve io appartengo alla categoria protetta di orfana di caduti sul lavoro; ho inviato numerosi curricula alle aziende ma nessun risultato!ma protetti da chi?non solo ci troviamo ad affrontare una difficile condizione dobbiamo pure constatare costantemente che si va avanti solo grazie hissà a cosa o a quale santo in paradiso!

  • Paolo E.amati 5 anni

    buongiono, purtroppo devo constatare che la legge 68/99 viene ignorata dalle aziende le quali preferiscono non rischiare nell’assumere categorie protette.
    Quelle che lo fanno cercano profili di basso livello. Io infatti che ho un profilo di medio-alto livello e che ho dimostrato  nel tempo le mie abilità lavorative, dopo l’ictus, che ho avuto otto anni fa, non trovo dall’incidente nulla di interessante.
    Paolo

  • Pinu55_7 5 anni

    Buongiorno volevo segnarvi che sino ad ora il mio curriculum  è stato ignorato, premetto che la mia ricerca è indirizzata verso il lavoro coi bambini, baby sitter/tata, ho una lunga esperienza pregressa direi di tutto rispetto. ingenuamente speravo che ciò fosse un deterrente ottimo per trovare un occupazione ma il fatto che io sia iscritta alle liste d’invalidità ha bloccato e non  favorito le mie eventuali candidature.
    Cordiali saluti.
    Nadia