Nuove Startup: Microsoft aiuta a creare PMI in Italia

Per il nuovo anno il colosso dell’informatica Microsoft punterà anche alla formazione dei giovani italiani. Grazie al programma ‘YouthSpark’ per la diffusione del ‘know how’ volto alla creazione di nuove start-up, nel nostro paese per questo settore ci saranno grosse possibilità. Ed è Roma che ha ospitato in queste ore l’incontro con Steve Ballmer CEO di Microsoft e braccio destro di Bill Gates.


Obiettivo principale del programma sarà quello di favorire l’occupazione di 300 milioni di giovani in tutto il mondo in un triennio e questo grazie a partnership con 186 non profit che operano a supporto dei giovani, ma anche a circa 30 programmi diversificati. Secondo i dati annunciati dallo stesso Ballmer: solo nel primo anno il programma YouthSpark ha creato nuove opportunità lavorative per più di 103 milioni di giovani in oltre 100 Paesi.

Dalla più grande start-up del mondo che è Microsoft, ci si può aspettare davvero tanto. L’azienda lavora ancora con una mentalità da piccola media impresa ed è forse questo che spiega il successo.

L’incontro di Roma è stato dunque occasione di confronto per riflettere sulle opportunità per le startup: formarle, finanziarle e lanciarle, un percorso indispensabile. Microsoft ha quindi contribuito a mettere in chiaro le opportunità concrete per le startup italiane. Il nostro paese ha davvero bisogno di partecipare a progetti ambiziosi come questo e le parole del CEO di Microsoft sono la testimonianza che la strada intrapresa è quella giusta: “Siamo felici di vedere così tanti giovani italiani prendere in mano il proprio futuro e lasciare un impatto reale nelle rispettive comunità. Siamo entusiasti di poter contribuire al loro successo attraverso YouthSpark ed in particolare attraverso opportunità di formazione utili ad accedere al mondo del lavoro, anche attraverso la creazione di una propria impresa. Solo in Italia abbiamo formato oltre 25.000 giovani e continueremo ad investire per permettere a migliaia di ulteriori ragazzi e ragazze di avere le stesse opportunità”.

Nello specifico: 4.300 giovani in cerca di lavoro sono stati formati attraverso il progetto “Giovani & lavoro. IT fattore abilitante”, realizzato da Microsoft Italia in collaborazione con CNCA.
Oltre 4.500 sono stati gli studenti che hanno ricevuto strumenti innovativi e acquisito le competenze necessarie per entrare nel mondo del lavoro dalla porta dell’impegno sociale, attraverso Meet no neet, il programma nato da una partnership tra Microsoft Italia, Fondazione Mondo Digitale, Roma Capitale e le scuole del territorio nazionale.
Oltre 15.000 i giovani talenti italiani che hanno avuto l’opportunità di partecipare alle due fasi di training orientati alla formazione tecnica e di business per trasformare la propria idea in una vera e propria startup grazie a Startup Revolutionary Road, l’iniziativa nata dalla collaborazione con Fondazione Cariplo e Fondazione Filarete e attraverso il lavoro di 5 NGOs: TechGarage, I3P, Polihub, InnovAction Lab e Fondazione Filarete.
100 i ragazzi che hanno preso parte ad Innovate4Good, l’iniziativa che si pone l’obiettivo di supportare, grazie alla tecnologia, i giovani che vogliono sviluppare idee imprenditoriali, realizzata in collaborazione con l’organizzazione non profit Junior Achievement Italia.
400 le giovani donne formate attraverso il progetto Nuvola Rosa, realizzato in partnership col comune di Firenze con l’obiettivo di colmare il divario di genere nella scienza, nella tecnologia e nella ricerca.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS