Nuove imprese: boom a Grosseto, flop ad Oristano

Le attività più gettonate sono state i bar e i ristoranti, ma le cose non sono andate bene per tutti

Una recente elaborazione de Il Sole 24 Ore ha restituito l’immagine di un’Italia in cui la propensione all’imprenditorialità risulta ancora sufficientemente diffusa. “A volte aprire un’attività può rappresentare l’unica risposta possibile alla mancanza di opportunità lavorative”, ha scritto il quotidiano economico, che ha fornito una mappa dettagliata delle nuove imprese nate nel 2015.


Stando ai dati forniti da Creditsafe, la provincia italiana con il tasso di incremento di imprenditorialità più alto è Grosseto che ha fatto registrare un +22% su base annua. A seguire Pistoia e Rimini (+12%), Siena (+11%) che ha puntato molto sul turismo e Campobasso (+11%). Fanalino di coda è risultata, invece, la provincia di Oristano dove il tasso ha segnato un tonfo del 18%. Ma le cose non sono andate bene neanche a Bolzano (-11%) che, “nonostante l’etichetta di provincia modello – ha sottolineato Il Sole 24 Ore – nel 2015, è stata l’area del Nord ad aver visto calare più di tutte il tasso di imprenditorialità”. Performance particolarmente negative anche per Alessandria (-10%) e Trapani (-8%), mentre le “big” Milano e Roma si sono fermate a una crescita dell’1%.

Ma quali sono state le attività più gettonate? A primeggiare sono stati i bar: nel 2015, se ne sono aperti più di 4.800 in tutta Italia. A seguire i ristoranti (4.433), le imprese di edilizia abitativa (4.361), le imprese gestite da muratori (3.744) e le attività che forniscono servizi di sostegno alle imprese (1.995). Non solo: nel corso del 2015, sono state avviate 1.934 nuove imprese specializzate nell’installazione di impianti elettrici ed altrettante specializzate nell’installazione di impianti idraulici e ancora 1.875 ristoranti self-service, 1.861 attività di parrucchieri e barbieri e 1.710 esercizi di abbigliamento. L’indagine de Il Sole 24 Ore ha poi marcato l’accento sulle attività merceologiche che, nel corso dell’anno appena passato, sono cresciute di più. Ai primi posti troviamo le imprese che lavorano i minerali e quelle che si occupano della manifattura dell’oro e dei tappeti. Mentre sono cresciute in maniera più contenuta le imprese che fabbricano articoli in pelle e quelle che si occupano della preparazione di prodotti farmaceutici.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS