Negoziare il proprio stipendio e chiedere un aumento

Prima di fare una richiesta di aumento di stipendio al proprio superiore o responsabile aziendale, è fondamentale valutare se si è nella posizione di chiedere un aumento. Il primo passo è prepararsi raccogliendo più dati possibili relativi ai risultati che si sono prodotti con il proprio lavoro in azienda. Il passo successivo sarà quello di fare una sintesi dei punti più importanti in un breve documento di Word.


E’ importante presentarsi all’incontro con il proprio superiore ben preparati. Si può introdurre l’argomento dicendo che si desidera fare un punto della situazione concernente, il proprio lavoro e che, a tale scopo si è preparato un documento che riassume risultati apportati all’interno dell’azienda.

Poi, si può chiedere al proprio superiore quali son un suo giudizio sulla questione. Probabilmente il superiore non si troverà preparato davanti al vostro discorso e tutto questo non farà che aumentare il proprio potere di negoziazione in vista della richiesta.

In seguito si può procedere citando una fonte autorevole facendo riferimento del livello medio di retribuzione richiesto per la tua posizione che è superiore a quanto stai percependo e poi si può procedere a fare la propria richiesta in modo chiaro. Ad esempio si può dire ” Credo sarebbe appropriato rivedere il mio stipendio con un aumento del 10%….”. A questo punto, è fondamentale attendere la reazione del capo, che può essere positiva o negativa.

Nel caso di risposta positiva è importante definire le modalità e le tempistiche esatte con le quali l’aumento sarà attribuito. A partire da quale busta paga , se ci sarà una comunicazione ufficiale e entro quanto tempo ciò si realizzerà. Se il tuo capo dovesse dirti che ritiene giusto che il tuo compenso sia aumentato ma che per motivi contrattuali, non si può modificare sarà opportuno cercare insieme una soluzione che possa apportare lo stesso risultato: un premio, un bonus, ecc., l’importante è la sostanza.

Se il tuo capo dovesse dirti che non ritiene opportuno che ti sia aumentato lo stipendio, chiedi dettagliatamente i motivi, cercando focalizzare la sua attenzione sui risultati del tuo lavoro.

Ricorda che se non chiedi difficilmente ti sarà dato qualcosa e che un “NO” potrebbe poi trasformarsi in un “SI”. Se invece si è convinti di non essere nella posizione per chiedere, a quel punto la cosa da fare è quella di impegnarsi di più nel proprio lavoro al fine di realizzare risultati migliori, fino a quando si ritiene di essere nella posizione per chiedere un aumento di stipendio.

Per un’efficace negoziazione è importante prestare attenzione ad alcuni aspetti, evitando alcuni errori.

Uno tra questi consiste nel concentrarsi esclusivamente sul proprio problema. Infatti, se si vuole cambiare la mente di qualcuno, bisogna prima imparare a capire come la pensa chi è di fronte a noi. Poi, si può cercare di unire il gap esistente tra la posizione della controparte e il proprio punto di arrivo.

Secondo la saggezza popolare si negozia per superare le differenze che ci dividono. Così si pensa di trovare un accordo soddisfacente attraverso la ricerca di una base comune. Tuttavia, nella realtà, la maggior parte delle fonti di valore scaturisce dalle differenze tra le parti. I migliori negoziatori, invece, sono colore che affrontano la trattativa con flessibilità ed elasticità mentale. Essi possiedono ciò che Francois de Callières, un commentatore del diciottesimo secolo, definiva “l’arte suprema di farsi offrire in regalo dalla controparte ciò che si è architettato e voluto da lungo tempo”.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS