Naturopata: chi è, cosa fa, come diventarlo e opportunità di lavoro

Chi è il naturopata e come diventarlo? Vediamo nel dettaglio di che cosa si occupa questa figura professionale, la formazione e le opportunità lavorative in questo campo

La naturopatia è l’insieme di tecniche e di pratiche che fanno parte della medicina alternativa, volti a migliorare il benessere e la salute del paziente. Ma chi è il naturopata e come diventarlo?


diventare naturopata

La naturopatia ha antiche origini e nasce proprio per aiutare a ristabilire un’alterata condizione di salute  causata dalla malattia. Secondo tale disciplina infatti il corpo riuscirebbe a guarire da solo purchè l’organismo inizi un processo di purificazione liberandosi dalle tossine accumulate, ma per contribuire a ciò il corpo deve essere messo in condizione di poter procedere alla purificazione grazie all’intervento del naturopata.

Chi è e cosa fa il naturopata

Il naturopata è un operatore che cerca di promuovere il benessere e la salute, partendo dal miglioramento generale della salute allo scopo di contribuire ad aumentare la qualità della vita del paziente, tramite delle tecniche olistiche studiate e mirate sul singolo soggetto. È fondamentale precisare che il naturopata non è un medico ma una figura professionale che non può essere equiparata al medico dato che non è possibile per un professionista naturopata prescrivere farmaci e fare diagnosi nosologica, ma può limitatamente aiutare il paziente a prevenire disturbi o contrastare una malattia.

Il naturopata è una figura professionale che si rifà a rimedi olistici e naturali per migliorare l’equilibrio psicofisico del paziente. Un vero e proprio counselor della salute che utilizza la medicina naturale come sistema coadiuvante alla medicina classica per favorire il ripristino della salute nel paziente. La principale differenza tra la medicina allopatica e la medicina naturale nasce proprio dalla tipologia di approccio utilizzato per affrontare il sintomo e il paziente, la medicina allopatica si concentra sulla malattia organica,  mentre la naturopatia non si concentra sull’analisi del sintomo combattendolo, ma piuttosto ricercando le reali cause del problema del paziente.

Come diventare naturopata

Un naturopata esercita la professione solitamente presso centri termali ma anche centri  benessere e fitness, studi medici o strutture di assistenza pubblica, farmacie, erboristerie, anche se è possibile esercitare la libera professione. Ma quali sono i percorsi di formazione per diventare naturopata professionista? Sicuramente prima di intraprendere la carriera di naturopata è necessario informarsi sul percorso da seguire per capire se si posseggono dei personali requisiti, e sui possibili sbocchi lavorativi futuri.

Tra i principali requisiti personali necessari ad intraprendere la carriera di naturopata dobbiamo citare:

  • La capacità di comunicazione, necessaria a comunicare determinati aspetti del corpo e del proprio sintomo;
  • Interesse verso le pratiche naturali, con maggiore accento sulla cura dell’alimentazione;
  • Apertura mentale, fondamentale per analizzare il paziente nella sua interezza;
  • Apertura mentale.

Oltre alle attitudini personali però per diventare naturopata è necessario intraprendere un percorso formativo dettagliato e soprattutto riconosciuto dalla FENNAP, ovvero dalla  Federazione Nazionale Naturopati Professionali. Per diventare naturopata non è necessario conseguire una laurea triennale, basta infatti seguire uno dei corso di naturopatia riconosciuto dalla Federazione. Tuttavia rimangono agevolati tutti coloro i quali hanno conseguito una laure in medicina, psicologia, farmacia o erboristeria. Il percorso formativo per diventare naturopata varia a seconda del livello di approfondimento che si vuole raggiungere o anche in base alla scuola di formazione scelta, da una durata minima di tre anni fino ad un massimo di cinque anni.

Uno degli aspetti fondamentali utili a costruire una carriera di naturopata professionista è la scelta della scuola, che dovrà essere necessariamente riconosciuta dalla Federazione.  Senza tralasciare però la valutazione dell’offerta didattica proposta agli studenti, è necessario valutare le discipline bio-naturali, ma anche la presenza di stage o tirocini, il costo del corso, la possibilità di lezioni frontali, la discussione di una tesi finale e il livello di preparazione dei docenti, oltre alla possibilità di valutare riscontri di persone che hanno avuto occasione di frequentare in quella stessa scuola.

In Italia ancora la figura del naturopata non è riconosciuta giuridicamente, ma esistono diverse normative, ovvero una regolamentazione della figura di operatore sanitario naturopata che variano da regione a regione che cercano di disciplinare tale tecnica. Grazie anche al lavoro effettuato dalla FENNAP “Federazione Nazionale Naturopati Professionali” questa disciplina si sta diffondendo anche in Italia, la Federazione nasce come regolamentazione della professione in Italia ma anche allo scopo di unire i naturopati presenti in Italia per creare un gruppo di professionisti del settore piuttosto solido. Per far sì che si possa arrivare al completo riconoscimento della professionalità del naturopata.

Il FENNAP si propone infatti di salvaguardare gli utenti professionisti tramite un’attenta verifica dei criteri ottenuti tramite la frequentazione dei corsi di naturopatia riconosciuti dalla FENNAP delle varie scuole presenti in Italia. Cercando inoltre di stabilire dei criteri di verifica comuni per poter accedere alla professione di naturopata.

La Federazione si propone inoltre di favorire il raggiungimento di un’equipollenza tra i naturopati presenti in Italia e chi esercita all’estero, tramite programmi di cooperazione volti ad una omogenea e corretta qualificazione delle varie scuole di naturopatia presenti in Italia e all’estero.

Al momento non è possibile quantificare dal punto di vista reddituale la professione dato che al momento spesso viene esercitata come secondo lavoro da massaggiatori, erboristi o si tende a lavorare come informatore scientifico e agente di commercio.

Opportunità lavorative

Ai nostri giorni il benessere sta assumendo decisamente sempre più un ruolo centrale nella nostra società, molte sono le professioni a ruotare intorno al benessere riscontrando sempre più successo, ecco perché la le offerte di lavoro come naturopata sono in continuo aumento essendo una professione con grandi potenzialità per il futuro.

Sicuramente la naturopatia purtroppo in Italia è ancora troppo poco diffusa e conosciuta, ma potrebbe essere una delle professioni dagli innumerevoli sbocchi occupazionali futuri. Dato che si pone come principale obiettivo il benessere globale della persona, che offre l’opportunità tramite rimedi assolutamente naturali di affidare ai propri pazienti la possibilità di trovare il giusto equilibrio psico- fisico imparando a gestire aspetti della vita familiare, personale e sociale, ristabilendo tutti gli squilibri energetici ed emotivi. Il naturopata è un consulente del benessere che utilizzando della attività di carattere curativo promuove il benessere, e potrebbe essere inserito in molti contesti lavorativi dai centri benessere, alle farmaci o anche erboristerie.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)



CATEGORIES
TAGS
Share This