Moneta elettronica per commercianti e professionisti, slitta l’obbligo al 2014

Una delle novità contenute nel pacchetto di emendamenti del Decreto legge Milleproroghe, riguarda l’utilizzo del Bancomat, obbligatorio per professionisti e commercianti. Tutti d’accordo dunque che tale obbligo partirà solamente da giugno 2014, anche se non si escludono improvvisi cambi di scena. Commercianti e professionisti, avranno ancora un anno e mezzo di tempo prima di dover accettare per legge il pagamento con la moneta elettronica. Operazione che si svolgerà per ogni acquisto di beni e servizi di entità superiore ai 30 euro. Ma attenzione, fino al 30 giugno 2014, tale obbligo varrà solo per le attività commerciali o professionali che abbiano un fatturato superiore a 200.000 euro nell’anno precedente a quello in corso del quale è effettuato il pagamento.


Una buona novità per tutti gli esercenti e professionisti, che altrimenti già a partire da gennaio 2014 si sarebbero dovuti in ogni caso adeguare alla nuova normativa. Un pizzico di soddisfazione anche da parte della Confesercenti, una delle tante associazioni di categoria assolutamente contrarie all’obbligo del POS. Marina Calderone, presidente dei consulenti del lavoro e del Cup, solleva un dubbio che sicuramente dovrà essere chiarito quanto prima. Secondo cui: “sarebbe interessante capire perché secondo il legislatore il pagamento deve avvenire con il bancomat ma non con la carta di credito. Quest’ultima potrebbe rivelarsi interessante per il professionista perché aumenta le sue possibilità di essere pagato”.

L’altra novità del Milleproroghe riguarda lo slittamento della maxi-tassazione al 58,5% delle sigarette elettroniche. Anche se in questo caso la misura presa non è ancora del tutto certa, dato che il governo per sospendere l’emendamento dovrà trovare nell’immediato una nuova copertura economica.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS