Meridiana- Qatar Airways: una fusione che può costare 900 esuberi

Al Mise tutti concordano nel dire che la partnership tra le due compagnie sarebbe una gran cosa, ma i sindacati frenano sui tagli prospettati dal vettore straniero

A prestare soccorso alla compagnia aerea Meridiana potrebbe essere la Qatar Airways. Di questo si è parlato ieri nel corso dell’incontro che si è svolto al ministero dello Sviluppo economico durante il quale i vertici di Meridiana hanno illustrato i punti chiave del piano industriale triennale incardinato proprio sulla futura possibile partnership con il vettore straniero. Il quale aspira ad entrare nel gruppo con il 49% delle quote e chiede di razionalizzare il personale. Di quanto? Gli esuberi prospettati sono stati 900 su un totale di 2 mila lavoratori.


Meridiana- Qatar Airways

image by muratart

A tifare per il matrimonio tra la compagnia sarda e quella qatarina è il presidente di Meridiana, Marco Rigotti“La Qatar Airways – ha detto – rappresenta una grande prospettiva di solidità imprenditoriale e finanziaria: una grande opportunità alla quale non ci sono alternative. L’ingresso della società rappresenta l’architrave del piano industriale, inattuabile in una condizione ‘stand-alone’ o con un partner europeo”. Quanto agli esuberi che potrebbero scattare per quasi la metà dei dipendenti della compagnia: “I margini per ridurli sono ampi grazie a vari strumenti e opportunità”, ha detto Rigotti, che ha menzionato: “l’utilizzo del part-time verticale, la mobilità volontaria e “la disponibilità della Qatar Airways ad assumere tecnici e personale navigante” e a potenziare l’attività di cargo.  

Ma a tradire meno ottimismo sono i sindacati che, pur condividendo la convinzione espressa da tutti i soggetti coinvolti nella trattativa di procedere speditamente, hanno palesato il loro malcontento sui tagli prospettati dalla Qatar Airways. “Siamo disponibili da subito a discutere del contratto di lavoro – ha spiegato il segretario nazionale della Filt-Cgil, Nino Cortorillo – ma giudichiamo insostenibili gli esuberi previsti”. A dargli manforte il segretario generale della Uil Trasporti, Claudio Tarlazzi: “La Qatar Airways rappresenta una grossa opportunità – ha riconosciuto – ma resta la preoccupazione per gli esuberi”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche la Usb che ha parlato di tagli inaccettabili che pongono “una pesante ipoteca sulla prosecuzione del confronto”. 



CATEGORIES
Share This

COMMENTS