MBA: ecco le migliori business school del Pianeta

Se avete intenzione di frequentare un valido Master in Business Administration (Mba), ma non sapete quali siano gli istituti in grado di offrire la proposta più pregiata, il Financial Times ha pronta la risposta per voi, con l’elenco delle migliori business school del Pianeta. Una lunga lista nella quale spiccano soprattutto le scuole americane e orientali, ma dove non disdegnano di fare una loro significativa comparsa anche alcuni istituti del vecchio Continente, Italia inclusa.


In cima alla lista dei desideri dei giovani studenti che ambiscono a conseguire l’accesso a un Mba vi è, come lo scorso anno, la cinese Kellogg/Hong Kong UST Business School, che replica il successo del 2011 confermandosi al primo posto del ranking del FT. La seconda e la terza posizione del podio subiscono invece uno scambio di ruoli, con l’ex numero due (Trium: HEC Paris/LSE/New York University: Stern) che scende in terza posizione, e l’ex gradino più basso del podio (Columbia/London Business School) che invece si accomoda in seconda piazza.

A completare la top ten sono poi una validissima new entry (la Tsinghua University/Insead, con sedi in Cina e a Singapore), e i nomi, meglio noti, di UCLA: Anderson/National University of Singapore (5), Insead (6), Ceibs (7), University of Pennsylvania: Wharton (8), Washington University: Olin (9), University of Chicago (10). Anche dall’11ma alla 20ma posizione le novità scarseggiano: gli unici nuovi ingressi sono infatti rappresentati dalla Sun Yat- Sen Business School in 11ma posizione, e dalla Georgetown University / Esade Business School in 19 ma posizione.

E in Italia? Il primo istituto tutto italiano è la SDA Bocconi, in 66ma posizione (praticamente stabile rispetto allo scorso anno, quando si era invece fermata in 67ma posizione). Tuttavia, spicca la prestazione di un gruppo formativo internazionale, l’ESCP Europe, presente in Italia nella propria sede di Torino: l’istituto aveva chiuso il 2011 in 31ma posizione, mentre nel 2011 è riuscito a risalire 10 gradini accomodandosi in 21ma posizione. Stando a quanto affermato qualche giorno fa sulle pagine del quotidiano Italia Oggi dal direttore generale per l’Italia dell’ente, i valori aggiunti dell’ESCP Europe sarebbero evidenti: “L’Emba offre una vera e propria esperienza di trasformazione per executive dall’elevato potenziale” – dichiara il manager formativo – “La nostra università prepara infatti a posizioni di alto livello manageriale, in ambiente estremamente dinamico e internazionale. L’Executive Mba è concepito in modo tale da permettere ai partecipanti di affiancare la propria attività lavorativa, ponendoli in contesti altamente internazionali e sfidanti. Vogliamo così portare i nostri partecipanti a un passaggio di carriera importante all’interno della loro azienda”.

Un passaggio talmente importante che, sempre secondo quanto viene evidenziato, a tre anni dalla fine dell’Mba della business school ESCP Europe, l’incremento della retribuzione sarebbe pari addirittura al 77 per cento (a 237 mila dollari) contro il + 52 per cento “garantito” dal master Bocconi (a 142 mila dollari).



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS