Maker Faire Rome: a ottobre, tre giorni tra robot e droni

Scienza e divertimento alla fiera che esporrà 600 invenzioni provenienti da 65 Paesi diversi

“Cervelloni” di tutta Italia, alzatevi. E datevi appuntamento a Roma dove, dal 16 al 18 ottobre, tornerà la grande fiera dedicata all’innovazione e alla scienza. L’edizione 2015 del Maker Faire Rome si svolgerà all’Università “La Sapienza” che, per l’occasione, diventerà una vera e propria “città del futuro”, con tanto di droni, robot e umanoidi pronti a stupire i visitatori.


maker faire

image by Efman

L’evento, organizzato dalla Camera di Commercio di Roma, intende promuovere l’incontro tra scienza, fantascienza, tecnologia, innovazione e divertimento. Puntando tutto sulle 600 invenzioni (provenienti da 65 Paesi diversi) che verranno “messe in vetrina” e sulle attrazioni studiate per conquistare non solo gli appassionati della prima ora, ma anche i più “tecno-scettici”. 

La fiera prevede, infatti, percorsi esperienziali durante i quali i visitatori (dai più piccoli ai più grandi) potranno essere coinvolti in attività educative e dimostrative. E potranno sperimentare direttamente le invenzioni esposte, inoltrandosi in un mondo in bilico tra la scienza e il puro divertimento. Di più: gli organizzatori giurano che i più intraprendenti potranno trarre preziosi insegnamenti dalla visita degli stand. Come? Per esempio, imparando a costruirsi da soli il loro smartphone o informandosi su ciò che occorre fare per rendere la propria casa più “domatica” (ovvero “tecnologizzata”). E non mancheranno le sperimentazioni sul cibo (le stampanti 3d potranno riprodurre ravioli commestibili) e gli angoli puramente artigianali. Oltre a un’apposita area dedicata all’esposizione dei progetti realizzati dagli studenti degli istituti tecnici e professionali.

Gli organizzatori sperano di “bissare” il successo della scorsa edizione che, con 600 invenzioni e 360 workshop, era riuscita ad attrarre ben 90 mila visitatori. Coinvolgendo inventori provenienti da ogni angolo del mondo: dal Giappone all’Egitto, dagli Stati Uniti al Guatemala, passando per Cina, Turchia, India, Taiwan, Colombia, Belgio, Francia, Germania, Regno Unito, Portogallo, Brasile e Bielorussia (solo per citarne alcuni).



CATEGORIES
Share This

COMMENTS