L’importanza della motivazione: ecco gli insegnamenti di chi ce l’ha fatta

Da Mark Zuckerberg a Sheryl Sandberg: ecco cosa pensano e suggeriscono gli uomini e le donne di successo, che s'impegnano a dare ogni giono il meglio di sé

Lavorare senza motivazione può essere davvero faticoso. Raggiungere ogni giorno l’ufficio per dedicarsi a compiti che non appassionano o di cui non si comprende il senso può uccidere la voglia di fare e spegnere ogni entusiasmo. Lo tengano a mente i dirigenti d’azienda, che dovrebbero adoperarsi per fa sì che i loro dipendenti si sentano sufficientemente apprezzati e valorizzati. Le insidie sono sempre dietro l’angolo e non vanno sottovalutate perché, a lungo andare, possono creare problemi seri. Se anche voi avete perso l’entusiasmo dei primi giorni e faticate a ritrovare la motivazione che vi spingeva a dare il meglio di voi, date un’occhiata a quanto segue. I consigli di alcuni imprenditori “illuminati” potrebbero aprirvi gli occhi e spronarvi a cambiare radicalmente atteggiamento.


Gli insegnamenti degli imprenditori di successo sulla motivazione

Il sito americano “Entrepreneur” – che da spazio alle storie di uomini e di donne di successo, che hanno fatto la differenza col loro lavoro – ha pensato di dedicare un approfondimento al tema della motivazione. E lo ha fatto raccogliendo le testimonianze di alcuni imprenditori di fama internazionale. Le abbiamo lette e selezionate per voi, premiando quelle che – a nostro giudizio – possono dare una carica a chi ha perso l’entusiasmo al lavoro. Ecco cosa pensano e suggeriscono, le persone che ce l’hanno fatta.

Elon Musk – Non gettate mai la spugna

Elon Musk è un noto imprenditore americano, fondatore della “SpaceX”, azienda che progetta e realizza razzi e veicoli spaziali. Quando nel 2008, la sua attività entra in crisi, Musk decide di non darsi per vinto e di investire tutta la sua fortuna sulla “Tecla Motors“, azienda che costruisce veicoli elettrici, e sulla “Solar City”, compagnia specializzata nella fornitura di prodotti e servizi fotovoltaici. Secondo Musk, la motivazione si nutre con la voglia di vincere le sfide che si presentano inevitabilmente lungo il cammino.

Insegnamento: non gettate mai la spugna, anche quando avvertite di andare incontro a un fallimento e di procedere controvento. Indossate la vostra maschera migliore e lanciatevi, con entusiasmo, in una nuova sfida.

Sheryl Sandberg – Aiutate gli altri

Sheryl Sandberg è un’imprenditrice e politica statunitense, che ha frequentato a lungo gli ambienti che contano: la Banca Mondiale e la Casa Bianca (durante l’amministrazione di Bill Clinton). Ha lavorato per Google e Facebook dove ricopre attualmente il ruolo di direttore operativo. Siede anche nel Consiglio di amministrazione della Walt Disney Company e della Starbucks e si spende alacremente per battaglie importanti come quella sulla parità dei sessi e sulla valorizzazione delle donne. Secondo la Sandberg, la motivazione si nutre con la capacità di aiutare gli altri a raggiungere i loro obiettivi.

Insegnamento: state al fianco di chi ne ha bisogno e sostenetelo; ne uscirete rinvigoriti anche voi.

Jack Ma – Sforzatevi di cogliere le opportunità

Jack Ma è uno dei più ricchi imprenditori cinesi e fondatore del gruppo Alibaba. Nonostante le difficoltà legate alle sue umili origini, ha iniziato da subito a costruirsi il suo successo, proponendosi gratuitamente come guida turistica agli americani in visita nel suo Paese. Ai quali chiedeva in cambio di insegnargli la lingua inglese. Che si è rivelata il passepartout per il suo successo, visto che dopo la carriera universitaria in Cina (come docente di inglese) e i viaggi internazionali, è arrivato a fondare Alibaba Group, uno dei colossi del commercio elettronico. Secondo Ma, la motivazione è strettamente legata al modo in cui si guarda il mondo e la forza degli imprenditori sta nella loro capacità di cogliere opportunità laddove tutti gli altri vedono solo ostacoli.

Insegnamento: non abbattetevi di fronte alle avversità, ma abituatevi a cogliere le opportunità che si celano dietro di esse.

Mark Zuckerberg – Fate quello che è veramente importante

Mark Zuckerberg è uno degli imprenditori più ricchi e famosi del mondo e lo è diventato grazie al social network che ha rivoluzionato la sua vita e condizionato quella dei milioni di utenti che si collegano quotidianamente a Facebook. La sua “invenzione” (ideata durante gli anni trascorsi ad Harvard) ha da subito attratto l’interesse di molte compagnie, che gli hanno offerto cifre allettanti per acquistarla. Senza riuscirci. “Per me e i miei colleghi  – ha spiegato Zuckerberg – la cosa più importante era creare un flusso di informazioni per la gente”. “L’unica cosa che realmente mi interessa – ha aggiunto – è rendere il mondo un posto più aperto”. 

Insegnamento: dedicatevi alle cose nelle quali credete veramente e chiedetevi sempre: Sto facendo quello che è più importante per me?

Tommy Lasorda – Non restate a guardare

Tommy Lasorda, figlio di un emigrato italiano, è una delle leggende del baseball americano e “mattatore” indiscusso della Major League, che ha vinto due volte. “Nel baseball e negli affari – ha dichiarato – ci sono tre tipi di persone: quelli che si adoperano perché le cose accadano, quelli che aspettano che le cose accadano e quelli che si chiedono cosa accadrà”. “Conosciamo tutti qualcuno che parla sempre di quello che deve fare e poi non lo fa mai o qualcuno che guarda con invidia ai successi degli altri e borbotta: lo posso fare anch’io e poi neanche ci prova”. Secondo Lasorda, la motivazione sta nella volontà di mettersi in gioco e darsi da fare.

Insegnamento: siate padroni della vostra vita e scegliete cosa farne. Siate protagonisti e non spettatori.

Deep Patel – Circondatevi delle persone giuste

Classe 1998, Deep Patel è un giovanissimo imprenditore ed influencer di mercato e autore del best seller “Paperboy’s Fable: The 11 Principles of Success”. Secondo Patel, che è passato dall’essere un semplice ragazzo che consegnava i giornali a domicilio a uno dei consulenti più apprezzati dagli imprenditori di successo, la motivazione si alimenta con le giuste frequentazioni. Circondarsi di persone positive e volitive può fare la differenza; così come può farla trascorrere del tempo con chi si lamenta sempre e rinuncia ancora prima di iniziare. Il consiglio del giovane Patel è quello di prendere le distanze da questi individui “tossici”, che possono svuotare di ogni entusiasmo ed energia.

Insegnamento: le persone che vi stanno accanto hanno un impatto diretto sul vostro successo; sceglietele con cura.

La motivazione va alimentata con costanza e sostenuta con la qualità del contesto che vi costruite intorno. Evitate di piangervi addosso e rimboccatevi le maniche. Fate tesoro dei consigli di chi ce l’ha fatta e modulateli alla vostra personale situazione: la motivazione al lavoro vi aiuterà a vivere appieno la vostra vita, anche fuori dall’ufficio.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS