L’importanza dei colori per un brand

Il giallo esprime ottimismo, il blu sicurezza, mentre il verde è sinonimo di benessere. Se volete convincere i vostri clienti, puntate sul colore giusto

I colori hanno la capacità di suscitare emozioni e determinare stati d’animo. Lo sanno bene gli esperti di marketing e di pubblicità che, quando progettano la realizzazione di un logo, devono prestare attenzione ad ogni dettaglio. E’ bene che lo sappiate: nulla è affidato al caso. Se pensate che le bottiglie della Coca Cola siano rosse per caso, siete fuori strada. I grandi brand vogliono comunicare coi loro clienti, in maniera efficace, e lo fanno anche attraverso i colori. Selezionando con cura le tinte e le cromie che servono a veicolare messaggi ben precisi.

colori

 

Cosa dicono i colori ai potenziali compratori

Ad approfondire l’argomento è stato il sito americano Buffer Social, che ha dedicato un interessante articolo alla scienza dei colori nel marketing. Quello che è stato ben evidenziato è che l’identità di un brand passa anche dalla scelta dei colori che lo rendono riconoscibile agli occhi dei potenziali compratori. E che possono incidere, in maniera significativa, sui loro comportamenti. Perché? Perché stando a quanto asserito dagli esperti, esiste una vera e propria psicologia dei colori che condiziona ed orienta le scelte di chi li guarda. Cerchiamo di capire meglio, con l’aiuto dell’infografica realizzata da Buffer:

  • Il colore giallo: esprime ottimismo e giovinezza ed è spesso usato nelle vetrine dei negozi per attirare l’attenzione dei passanti.
  • Il colore rosso: esprime energia, accelera il battito cardiaco e crea un senso di urgenza. Viene spesso utilizzato nelle svendite e nelle liquidazioni.
  • Il colore blu: suscita fiducia e sicurezza ed è spesso usato dalle banche e dalle agenzie assicurative.
  • Il colore verde: è associato al benessere. Essendo il colore che gli occhi processano con maggiore facilità, viene spesso usato nei negozi per rilassare il cliente.
  • Il colore arancione: è un colore aggressivo, che invoglia ad agire. Viene spesso usato in caso di sottoscrizioni o quando si deve vendere o comprare qualcosa.
  • Il core rosa: è un colore romantico e femminile. E’ usato dalle aziende che commercializzano prodotti e servizi che si rivolgono a questo specifico target.
  • Il colore nero: esprime potenza e raffinatezza. E’ il colore che viene solitamente usato dalle aziende che producono beni di lusso.
  • Il colore viola: è usato per confortare e calmare. Viene spesso impiegato nella cosmesi, per pubblicizzare prodotti di bellezza (specie quelli anti-età).

La scelta dei colori nei brand più famosi

La scelta dei colori non deve essere presa sottogamba perché, in base al messaggio che si vuole trasmettere o al pubblico che si vuole raggiungere, puntare sul nero o sul giallo può fare la differenza. A dimostrarlo è l’infografica realizzata da Buffer, che ha distinto alcuni dei brand più famosi in America (ma conosciuti anche da noi) sulla scorta dei colori utilizzati nei loro loghi. Ecco cosa ne è venuto fuori:

  • il giallo che esprime ottimismo, chiarezza e calore è il colore scelto da marchi come Ferrari, Hertz, Dhl, Ikea, McDonald’s;
  • l’arancione che esprime amicizia, allegria e sicurezza è il colore scelto da marchi come Fanta, Crush Orange, Harley Davidson, Amazon, Nickleodeon;
  • il rosso che esprime eccitazione, gioventù e sfrontatezza è il colore scelto da marchi come Coca Cola, Virgin, Nintendo, Kellogg’s, YouTube, Lego;
  • il viola che esprime creatività, fantasia e saggezza è il colore scelto da marchi come Yahoo, Barbie, Monster, Syfy, Hallwark, Welch’s;
  • il blu che esprime fiducia, sicurezza e forza è il colore scelto da marchi come Jp Morgan, Oral-B, Facebook, American Express, Twitter, Hp;
  • il verde che esprime pace, crescita e benessere è il colore scelto da marchi come Spotify, Land Rover, Starbuck’s, Holiday Inn, Android, Whole Foods;
  • il grigio che esprime equilibrio, imparzialità e calma è il colore scelto da marchi come Apple, Wikipedia, Puma, Nike, Mercedes, Honda.

Chi si preoccupa di individuare i colori che possono “rappresentare” meglio un brand deve avere ben chiaro in testa il pubblico che vuole raggiungere. Perché, come viene sottolineato nell’articolo, i colori preferiti dalle donne non coincidono sempre con quelli prediletti dagli uomini. Nel dettaglio:

  • le donne gradiscono il blu, il viola e il verde, mentre apprezzano poco l’arancione, il marrone e il grigio;
  • gli uomini gradiscono il blu, il verde e il nero, mentre apprezzano poco il marrone, l’arancione e il viola.

I colori possono esercitare un fascino particolare e suscitare reazioni ben precise. Conoscere la loro carica di suggestione può rivelarsi la mossa vincente per tutti quegli operatori che puntano a piazzare, in maniera strategica, i loro prodotti sul mercato. Nero, giallo, rosso o blu non sono semplici nuance, ma tinte che possono fare la differenza. E concorrere attivamente al successo di un marchio.


CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)