Licenziamenti: chiude ‘Ideal Standard’, 450 lavoratori in mobilità

Nulla da fare per i 450 lavoratori della Ideal Standard. Dopo la consegna al prefetto del dossier che analizza le performance competitive della fabbrica pordenonese, smentendo le ragioni addotte dalla multinazionale americana a giustificazione della scelta di chiudere, durante la tavola rotonda tra azienda, sindacati e Regioni, Ideal Standard ha annunciato il licenziamento dei 450 lavoratori dello stabilimento di Orcenico di Zoppola.


Trattative fallite dunque e senza la certezza della cassa integrazione in deroga, che il governo si era impegnato a garantire, per gli ex operai scatta dal primo gennaio la procedura di mobilità.

La disponibilità richiesta alle Regioni a sostenere investimenti finalizzati al recupero di competitività della compagnia in Italia, ha avuto esito negativo.

{jcomments on} I sindacati hanno partecipato molto attivamente al sostentamento dell’aziende, cercando in tutti i modi di far capire ai possibili investitori i dati oggettivi: ‘quanto Orcenico sia già più competitivo di quel che l’azienda sia disposta ad ammettere, e quindi meritevole di una chance’.

Purtroppo la decisione è stata drastica, la chiusura della fabbrica di Orcenico manderà a casa 450 lavoratori. Giovedì mattina durante l’assemblea saranno annunciate per via ufficiale le decisioni della chiusura. I sindacati hanno espresso il loro “sconcerto”, scontata quindi la mobilitazione immediata.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS