Come scrivere una lettera di sollecito pagamento

Come scrivere una lettera di sollecito pagamenti: i 3 esempi in base al livello di sollecito

Perché è importante scrivere bene una lettera di sollecito pagamento? Trovarsi in una situazione debitoria non è mai bello. Ma neanche trovarsi in una situazione creditoria nella quale i propri crediti non sono ancora rientrati. Ad aziende, artigiani e professionisti può capitare spesso di trovarsi in tale situazione, nella quale una prestazione non viene remunerata nell’arco di tempo previsto.


Che può andare dai 30 ai 60 giorni a seconda del tipo di servizio offerto (la tempistica è indicata nella fattura). La crisi ha del resto aumentato tali casi di inadempienze, generando così un circolo vizioso che crea un effetto domino della crisi. In soccorso dei creditori però c’è la lettera di sollecito pagamento.

funzionari comunicazione

 

Parliamo al plurale in quanto ne esistono tre, di livello pressorio crescente nei confronti del debitore più trascorre tempo dalla scadenza del pagamento. Di seguito quindi vediamo come scrivere una lettera di sollecito pagamento.

Come scrivere una lettera di sollecito pagamento: il primo invito bonario

L’azienda creditrice (ma anche un libero professionista) ha facoltà di inviare al debitore la lettera di sollecito pagamento. Dovrà però farlo a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, al fine di accertarsi che la lettera di sollecito pagamento sia effettivamente stata consegnata al destinatario. O, in alternativa, una mail di posta elettronica certificata, sempre però facendo sì che possa accertarsi che sia giunta a destinazione (ad esempio avvalendosi dell’avviso di avvenuta consegna e lettura).

La lettera di sollecito pagamento deve indicare necessariamente alcuni elementi, vale a dire:

  • I dati sia del creditore che del debitore
  • L’importo del credito vantato dal mittente
  • Riportare il numero e la data della fattura
  • Modalità offerte al debitore per effettuare il pagamento.

Esempio di un modello di prima lettera di sollecito pagamento

Spett.Ditta/ Egr. Sig. _______________
Indirizzo _____________________
P.IVA ________________________

Alla cortese attenzione del Responsabile Amministrativo Egr. Sig. _______________

Raccomandata A.R. Data e Luogo______________________

Oggetto: Primo sollecito per il pagamento di fattura scaduta

Gent.li Signori,

da nostre informazioni risulta che la fattura n._______ del _________ scaduta il _____ non è ancora stata da voi pagata.

Per tanto, vi esortiamo a provvedere quanto prima al pagamento della stessa, al fine di regolare la Vs. posizione debitoria. Nel caso in cui abbiate già provveduto al pagamento, vi preghiamo di ritenere nulla questa richiesta.

Il pagamento può essere eseguito a mezzo bonifico alle seguenti coordinate:

IBAN_________________________
Intestato a _____________________
Filiale di ______________________

Cordiali saluti.

Timbro e Firma del responsabile amministrativo o dell’Amministratore Unico.

Lettera di sollecito pagamento per la seconda richiesta

Qualora la prima lettera di sollecito pagamento non abbia sortito effetto, è necessario inviarne una seconda pur mantenendo ancora toni moderati. Essa infatti costituisce ancora una volta un memento. La seconda lettera di sollecito pagamento presenta un corpo in generale simile alla prima.

Ecco un esempio di seconda lettera di sollecito pagamento:

L’intestazione resterà invariata, mentre l’oggetto dovrà riportare:

Oggetto: Secondo sollecito per il pagamento di fattura scaduta

A cambiare sarà soprattutto il corpo della lettera:

Gent.li Signori,

in riferimento alla nostra lettera del ______________risulta che la fattura n._______ del _________scaduta il _____ non è ancora da Voi stata pagata.

Ci vediamo pertanto costretti ad invitarvi un nuovo invito a provvedere al più presto al pagamento della stessa, al fine di regolarizzare la Vs. posizione.

Per tanto, vi esortiamo a provvedere quanto prima al pagamento della stessa, al fine di regolare la Vs. posizione debitoria. Nel caso in cui abbiate già provveduto al pagamento, vi preghiamo di ritenere nulla questa richiesta.

Il pagamento può essere eseguito a mezzo bonifico alle seguenti coordinate:

IBAN_________________________
Intestato a _____________________
Filiale di ______________________

Cordiali saluti.

Timbro e Firma del responsabile amministrativo o dell’Amministratore Unico.

Nel caso abbiate già provveduto al pagamento, vi preghiamo di ritenere nulla questa richiesta.

Lettera di sollecito pagamento, terzo invito: minaccia di adire alle vie legali

Se neanche la terza lettera ha sortito l’effetto sperato, si passerà ad una terza lettera di sollecito pagamento. La quale però non presenterà più i toni bonari delle prime due, bensì, un tono minaccioso. Nel quale si minaccia appunto di adire alle vie legali.

Ecco un esempio di terza lettera di sollecito pagamento con minaccia di adire alle vie legali:

Se l’intestazione sarà sempre la stessa, a cambiare è ovviamente ancora una volta l’oggetto della lettera. Nel quale si fa esplicito riferimento al suo contenuto.

Oggetto: Ultimo sollecito per il pagamento di fattura scaduta e costituzione in mora

poi a cambiare è anche il corpo:

Gent.li Signori,

in riferimento alla nostra lettera del ______________risulta che la fattura n._______ del _________ e con importo pari a ______________ scaduta il _____ non è ancora stata pagata.

Vi sollecitiamo al pagamento del Vs. debito al fine di regolare la vostra posizione debitoria entro 10 giorni dalla ricezione della presente. In caso di mancato riscontro, saremo costretti ad adire le vie legali.

Per tanto, vi esortiamo a provvedere quanto prima al pagamento della stessa, al fine di regolare la Vs. posizione debitoria. Nel caso in cui abbiate già provveduto al pagamento, vi preghiamo di ritenere nulla questa richiesta.

Il pagamento può essere eseguito a mezzo bonifico alle seguenti coordinate:

IBAN_________________________
Intestato a _____________________
Filiale di ______________________

Cordiali saluti.

Timbro e Firma del responsabile amministrativo o dell’Amministratore Unico.

Nel caso abbiate già provveduto al pagamento, vi preghiamo di ritenere nulla questa richiesta.

Ricordiamo infine che la presente ha validità come atto di costituzione in mora ad ogni effetto di legge.

Cosa fare dopo le tre lettere di sollecito pagamento

Se le lettere di sollecito pagamento non hanno sortito effetto, si può provare a telefonare per capire quale possa essere il problema. Quando ci si rende conto tuttavia che il debitore non ha intenzione di pagare, non resta che affidarsi ad un avvocato specializzato nel recupero crediti.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS