Lettera di presentazione: tre consigli per chi non ne scrive una da molto tempo

Lettera di presentazione? Magari è passato così tanto tempo dall'ultima volta che non sai proprio da dove cominciare. Ecco qualche consiglio per orientarti

Scrivere una lettera di presentazione richiede impegno e tempo per la stesura, soprattutto perché va personalizzata e resa unica in risposta a specifiche offerte di lavoro. Ma è anche vero che la pratica aiuta molto, aumenta la dimestichezza e la velocità di scrittura. E chi invece non ne scrive una da molto tempo? Magari da quando si era appena laureato? Ecco tre consigli da seguire per partire con il piede giusto.


lettera-di-presentazione

image by carmakoma

Molte persone ad un certo punto della propria vita lavorativa si trovano nella necessità di dover ricominciare tutto da zero. Magari stanno cercando un nuovo lavoro o si ritrovano all’improvviso senza quello che hanno svolto negli ultimi dieci anni. E non sanno da dove cominciare. Vediamo allora qualche suggerimento per scrivere una lettera di presentazione dopo tanto tempo (e dopo aver aggiornato il cv ovviamente).

Tre consigli per scrivere una lettera di presentazione dopo anni

1. Scrivere la lettera ex-novo

La prima tentazione alla quale tutti potrebbero cedere è quella di andare a rivedere le vecchie e-mail inviate o le lettere  stampate dieci anni fa, quando si andava in giro a consegnarle o le si spediva. Il primo consiglio è proprio quello di non mettervi mano nel tentativo di tirarne fuori una nuova. Leggere le lettere di qualche anno fa è utile ad esempio per capire quanto è migliorata la nostra capacità di scrittura ma anche per un confronto inevitabile tra l’approccio che si aveva prima di cominciare a lavorare e il modo di fare acquisito a distanza di anni e con più esperienza lavorativa. Una volta lette, mettile da parte e comincia a scrivere la tua nuova lettera da zero.

2. Leggere e ancora leggere

È un altro consiglio che sarà utile seguire. Quindi leggi vari articoli sull’argomento come ad esempio questi che riguardano i più comuni dubbi sulla lettera di presentazione, le 10 regole d’oro per scriverla e come scrivere una lettera di presentazione mirata.

Nell’approcciarti a questo tipo di lettura e in seguito alla scrittura della tua lettera di presentazione, sarà utile tenere in mente che i responsabili del personale e delle assunzioni non cercano solo persone che sappiano fare il lavoro ma che gli rendano la vita più semplice. Strutturare la lettera seguendo questa impostazione e dimostrando di avere notevoli capacità di problem solving, sarà certamente d’aiuto.

3. Preparare una bozza

Leggere è molto importante se non altro perché seguendo i consigli adatti almeno non si corre il rischio di cadere in errori comuni e banali. Ma c’è una cosa che anche il miglior articolo sull’argomento non potrà mai fare per te: scrivere la lettera al posto tuo. Quindi prepara una bozza. Se non riesci a deciderti, se rimandi il compito in continuazione chiediti: cosa ti rende così nervoso? Cosa può capitare di così tremendo? Che tu scriva una terribile lettera di presentazione? Non è un problema. Comunque avrai una bozza sulla quale lavorare, da poter correggere e limare fino a quando non ti sembrerà pronta per essere inviata.

L’importanza della lettera di presentazione è quella di “presentare” appunto il proprio profilo professionale ma anche di motivare il proprio desiderio di lavorare proprio per quella determinata azienda. Metti ben in evidenza il tuo interesse quindi con sincerità e intraprendenza.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS