Lavoro: si ricomincia da elettronica, moda e cultura

L’occupazione ha avuto un sussulto di vita… A fare il grande balzo in avanti sono stati soprattutto il settore della moda e dell’elettronica, ma anche i servizi ricreativi e l’istruzione, dove si registra un maggior incremento delle entrate rispetto agli ultimi trimestri. E’ quanto emerso dall’ultimo aggiornamento dell’indagine Excelsior di Unioncamere e del Ministero del Lavoro.


A dare una spinta ai livelli d’occupazione sono state le imprese operanti all’estero, che per sostituire parte della forza lavoro in uscita, ha assunto nuovo personale dal profilo più qualificato. Tra i servizi, si è registrata un’espansione di quelli informatici, ricreativi e culturali, ma anche di quelli legati alla cura delle persone.

I dati lasciano sperare che le aziende continuino ad investire in qualità e innovazione. Anche la domanda di tecnici nel marketing e nelle vendita eappare piuttosto rilevante, al contrario della richiesta di personale a diretto contatto con la clientela come addetti alle vendite e gli operatori assistenziali, che invece ha visto un calo.

I dati parlano anche di una ripresa delle assunzioni nel settore manufatturiero, di personale specializzato con diploma e precedenti esperienze.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS