Lavoro nero, ispezioni e denunce in Campania

La piaga del lavoro nero è sempre presente in Italia e i controlli previsti anche per quest’anno dal ministero del lavoro sono sempre più pervasivi ed efficaci, come dimostrano anche gli ultimi casi riscontrati in Campania.


A Montoro Superiore, i Carabinieri hanno effettuato un’ispezione presso un’azienda conciaria e hanno scoperto due lavoratori in nero; ma andando oltre, hanno trovato che non erano stati rispettati gli obblighi informativi e sanitari, dato che i lavoratori non erano stati sottoposti a visita medica obbligatoria e non erano stati informati sui rischi che avrebbero potuto correre durante la loro attività. Riscontrate anche infrazioni alle leggi per la sicurezza, dato che nessuno dei lavoratori stava utilizzando i dispositivi di protezione individuale.

Risultato dell’operazione: sette persone denunciate, sanzioni per 8 mila euro e la chiusura dell’attività.

Ad Avellino, invece, durante alcune ispezioni presso cantieri edili della zona, sono state denunciate alla Procura 16 persone, avendo i Carabinieri riscontrato irregolarità nell’impiego di manodopera (in nero), oltre che violazioni alle leggi sulla sicurezza sul lavoro e alcuni abusi edilizi. In totale, le sanzioni comminate hanno ammontato a 30 mila euro, oltre al sequestro del cantiere, applicando la norma che consente la sospensione delle attività, nel caso in cui sia trovato irregolare almeno il 20% della manodopera.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS