Lavoro in azienda: meglio promuovere a caso (non i migliori!)

Ma chi l’ha detto che in azienda bisogna promuovere i migliori? Al contrario, bisogna fare avanzare di posizione a caso. Lo sostengono tre ricercatori dell’Università di Catania, vincitori del premio Ig- Nobel, una sorta di parodia al più noto Premio Nobel.

I tre ricercatori, due fisici e un sociologo, Alessandro Pluchino e Andrea Rapisarda, e Cesare Garofalo hanno, infatti, riscontrato che far avanzare di carriera i più bravi significa distoglierli dal loro lavoro, dove hanno fatto bene, così l’azienda si priverà di un buon elemento per fargli ricoprire un ruolo per cui non è detto che sia ugualmente bravo, anzi, avendo egli le stesse probabilità di fare bene o male come chiunque altro. Almeno che, dicono da Catania, la promozione non comporti di operare nelle stesse attività.

E allora come scegliere chi promuovere? Con sistema random, sostengono i ricercatori, ossia, casuale. Non solo perché scegliere a casaccio dà le stesse probabilità di trovare uno bravo, ma anche perché così facendo si potrebbe scoprire un talento, che in posizioni inferiori magari sarà rimasto inespresso.

Certo, la ricerca che giunge da Catania potrà anche farci sorridere, ma pone in evidenza come determinati meccanismi di buon funzionamento di un’azienda non sempre rispondano a decisioni frutto di una scelta condivisibile, essendo il merito qualcosa di ciascuno qualcosa di non sempre verificabile ex ante!

Inoltre Bianco Lavoro ti consiglia:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ti consigliamo il KIT Lavorare sempre, garantito da Bianco Lavoro per la sua qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate in linea con le tue esigenze, fai le tue ricerche e registrarti su Euspert Italia.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)