Lavoro e multimedialità: l’animatore digitale

Lo sviluppo crescente dei mezzi digitali ha dato inizio alla nascita di nuove professioni. Dalle animazioni televisive a quelle utilizzate a scopo didattico, si e’ venuta sempre più affermando la figura dell’animatore digitale.


La creazione di computer sempre sofisticati consente oggi al cinema di creare effetti speciali e con immagini che appaiono così realistiche da non poterle più distinguere da quelle riprese con l’uso della telecamera. In questi ultimi anni l’animatore digitale sta divenendo una figura che trova sempre più spazio nei cartoni animati.

L’animazione elettronica e le immagini digitali hanno iniziato a fare il proprio ingresso anche nella scuola, nelle stesse attività educative per l’infanzia. Le concrete richieste del mercato del lavoro hanno portato ad esigere una formazione tecnico specialistica all'avanguardia, si integrino agli stimoli culturali e artistici offerti dal nostro paese.

Come diventare professionisti in questo settore?

Per imparare ad usare in modo specialistico e avanzato le nuove tecnologie non sempre è possibile seguire un percorso scolastico tradizionale e così ci si deve rivolgere a scuole private come ad esempio all'Istituto Europeo di design.

Un'altra soluzione può essere un percorso personalizzato come ad esempio partendo dall’acquisizione di competenze nel campo dalla musica elettronica ci si può introdurre alla manipolazione dei suoni;oppure dal teatro realizzando dei video; approfondendo tramite gli studi universitari il rapporto tra il video e l’arte contemporanea, passando pin piano al digitale.
Una laurea in lettere supportata da master o approfondimenti nell’ambito della multimedialità possono essere un punto di partenza..

Quali sono le scuole o i centri su cui orientarsi per perfezionarsi in questo settore?

Nel sito dell’ASIFA, un’organizzazione internazionale di scuole di animazione, potete trovare informazioni utili. Se, ad esempio, selezionate “Italy in view school”, potete ricevere informazioni su quattro scuole italiane di tecniche di animazione.

Un’altra strada su cui puntare può essere il Centro sperimentale di Cinematografia di Roma. Si tratta, di un istituto statale, in cui si insegna anche l’animazione digitale. Se si naviga in pagine dedicate all’animazione digitale, la Vancouver Film School è un’altra scuola famosa per la grafica di animazione e per la creazione di effetti speciali.

In Italia, una delle scuole più conosciute di animazione digitale e effetti speciali, è quella diretta da Carlo Rambaldi, il creatore di King-Kong e di ET.

Risulta evidente che un buon inserimento nel mondo delle professioni legate alla conoscenza delle nuove tecnologie, richiede prima di tutto un percorso di formazione assolutamente personalizzato.

E’ necessario orientarsi verso la scelta di scuole che corrispondano sia alla qualità della formazione e sia alle proprie capacità e attitudini.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS