Lavoro beni culturali: Ales cerca esperti in conservazione e restauro a Pompei

Ales cerca 8 esperti in conservazione e restauro di beni culturali per lavorare a Pompei.

Opportunità di lavoro per esperti in conservazione e restauro di beni culturali a Pompei. Ales ha infatti indetto due bandi di selezione per l’assunzione a tempo determinato di 8 figure specializzate nel settore del recupero dei beni culturali nell’area degli scavi. Nello specifico, i profili ricercati sono: cinque esperti nel restauro di materiali lapidei, musivi e derivati e superfici decorate dell’architettura e tre esperti in Conservazione, manutenzione e restauro dei beni architettonici. Di seguito, segnaliamo i requisiti richiesti per essere ammessi alle selezioni e come fare per inviare la propria candidatura.


Lavoro-beni-culturali

image by Cortyn

Lavoro beni culturali: profili e requisiti

L’esperto in conservazione, manutenzione e restauro dei beni architettonici si occupa della diagnosi e della individuazione degli interventi e delle tecniche più idonee alla conservazione dei beni architettonici e, inoltre, dello studio e della diagnostica dei beni. Per ricoprire questa posizione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere in grado di effettuare l’analisi (diagnosi) dello stato di degrado/conservazione dei beni architettonici
  • Essere in grado di predisporre un piano di restauro di beni architettonici e ambientali
  • Essere in grado di effettuare l’elaborazione, la redazione e l’archiviazione dei dati su supporti informatici
  • Laurea Magistrale o Vecchio Ordinamento in Architettura con punteggio minimo di 105/110 – Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio
  • Esperienza di almeno 36 mesi, anche non continuativi, con qualsiasi tipologia contrattuale, in ruoli analoghi al profilo professionale ricercato

Il secondo profilo, invece, l’esperto nel restauro di materiali lapidei, musivi e derivati e superfici decorate dell’architettura garantisce la conservazione e la fruibilità nel tempo delle superfici decorate dell’architettura e dei materiali lapidei, musivi e derivati; analizza lo stato e le condizioni di conservazione di tali manufatti, individuando lo stato e le cause del deterioramento; programma gli interventi necessari a contrastare i processi di deterioramento; realizza gli interventi di restauro nel rispetto della collocazione storica e artistica dei manufatti e documenta gli interventi effettuati. Requisiti di ammissione:

  • Essere in grado di effettuare l’analisi dello stato di conservazione delle superfici decorate
  • Essere in grado di effettuare l’intervento di restauro/conservazione delle superfici decorate e dei materiali lapidei, musivi e derivati
  • Diploma conseguito presso una scuola di restauro statale di cui all’articolo 9 del decreto legislativo 20 ottobre 1998, n.368 (Scuole di alta formazione e di studio che operano presso l’Istituto centrale del restauro, l’Opificio delle pietre dure e Scuola per il Restauro del Mosaico di Ravenna)
  • Esperienza di almeno 3 anni, anche non continuativi, con qualsiasi tipologia contrattuale, in ruoli analoghi al Profilo, con particolare focus nei settori materiali lapidei, musivi e derivati e superfici decorate dell’architettura

Lavoro beni culturali: come candidarsi

Per candidarsi compilare il form on line inserendo i propri dati e cv entro l’8 aprile 2015. Per tutti i dettagli consultare il bando Esperto in Conservazione, manutenzione e restauro dei beni architettonici e il bando l’esperto nel restauro di materiali lapidei, musivi e derivati e superfici decorate dell’architettura



CATEGORIES
Share This

COMMENTS