Occupazione in Italia: aumentano posti vacanti

In epoca di cattive notizie sul fronte dell’occupazione, sembra quasi un contro senso quella che comunica l’Istat, ma invece è una realtà ben radicata nel nostro Paese e non deve stupire. L’istituto di statistica ha diramato alcuni dati che attestano la crescita del numero di posti di lavoro vacanti, nel quarto trimestre 2010.


Ciò significa che ci sono imprese che offrono posti di lavoro che non vengono accettati o per i quali è difficile trovare candidati idonei. In particolare, nel quarto trimestre del 2010, il numero complessivo di posti di lavoro vacanti risultava essere dello 0,6% nell’industria e nei servizi, in aumento dello 0,1% rispetto allo stesso periodo del 2009.

Nell’industria, i posti vacanti sono lo 0,5%, in crescita dello 0,2% dal 2009. Riguarda per lo più le costruzioni e la manifattura, mentre diminuisce il tasso di posti vuoti nella gestione dei rifiuti, acqua, reti fognarie.

Quanto ai servizi, il tasso risulta dello 0,7%, in crescita dello 0,2%, e la crescita ha subito un’impennata nel settore del commercio e delle riparazioni, con +0,4%, mentre è diminuito il numero di posti vacanti nel settore della ristorazione e dell’alloggio.

Un problema che indica per l’ennesima volta il mancato incontro tra domanda e offerta da un lato, nonché la difficoltà di alcuni settori a offrire salari di ingresso in grado di soddisfare un minimo di candidature.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS