Lavori gravosi: novità e requisiti per Ape Sociale e pensione anticipata

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale la lista definitiva dei lavori gravosi che sono passati da 11 a 15. Vediamo nel dettaglio quali sono le categorie di lavori gravosi e i requisiti per richiedere l’Ape Sociale e la pensione anticipata

Le categorie degli addetti ai lavori gravosi che potranno beneficiare della pensione anticipata e dell’Ape Sociale sono passati ufficialmente da 11 a 15 . Sulla Gazzetta Ufficiale, infatti, è stato da poco pubblicato il decreto all’interno del quale sono state inserite altre 4 categorie di lavoratori che svolgono mansioni faticose e rischiose. Vediamo nel dettaglio quali sono le categorie di lavori gravosi e come richiedere l’Ape Sociale e la pensione anticipata in questi casi specifici.


lavori gravosi

Categorie addetti ai lavori gravosi

Sono considerati lavori gravosi tutte quelle mansioni che risultano particolarmente rischiose oppure che comportano particolari difficoltà e che vengono svolti da almeno 7 anni in via continuativa. Ora sono passati in via ufficiale da 11 a 15, vediamo quali sono ora i lavori considerati usuranti. Gli addetti ai lavori gravosi, quindi, sono tutti coloro che svolgono un’attività lavorativa particolarmente difficoltosa o rischiosa, facente parte dell’elenco di professioni di seguito indicato:

  • Personale che effettua mansioni svolte in sotterraneo in cava, galleria e miniera
  • Addetti alle cave di materiale ornamentale e di pietra
  • Addetti al fronte di avanzamento nelle gallerie
  • Lavori in cassoni ad aria compressa
  • Palombari
  • Adetti alle fonderie di seconda fusione non a distanza, refrattaristi e coloro che svolvono operazioni di colata manuale. Tutti questi sono considerati lavori ad alte temperature
  • Soffiatori del vetro cavo fatto a soffio e a mano
  • Lavori effettuati in via prevalente e continuativa in spazi ristretti
  • Lavoratori che prevedono l’asportazione dell’amianto in via prevalente e continuativa
  • Insegnanti della scuola dell’infanzia e dell’asilo nido
  • Addetti alle pulizie
  • Operatori ecologici

Oltre a questi  sopra citati vengono considerati addetti ai lavori gravosi anche coloro che svolgono lavori notturni nelle seguenti modalità:

  • lavoratori che fanno turni in orario notturno per almeno 6 ore e per almeno 78 giorni all’anno
  • lavoratori notturni per almeno 3 ora tra mezzanotte e le 5 del mattino per tutto l’anno lavorativo
  • lavoratori addetti alla “linea catena”
  • conducenti di veicoli pesanti per il servizio di pubblico trasporto con almeno 9 posti compreso il conducente

A questi si sono aggiunti ufficialmente altri 4 lavori gravosi e sono:

  • operai zootecnici, dell’agricoltura e della pesca
  • Addetti alla pesca costiera sia in alto mare che nelle acque interne
  • Addetti marittimi imbarcati e personale viaggiante dei trasporti marini
  • Operai siderurgici addetti alla prima e alla seconda fusione e lavoratori del vetro

Lavori gravosi: requisiti per Ape Sociale

Coloro che svolgono lavori usuranti sopra indicati potranno beneficiare dell’Ape Sociale, una forma di anticipo pensionistico a carico dello stato che perdura fino a quando il lavoratore non raggiunge l’età anagrafica per accedere alla pensione di vecchiaia. L’Ape Sociale potranno richiederla nel momento in cui raggiungono i seguenti requisiti:

  • Aver raggiunto i 63 anni di età al momento della richiesta
  • Essere iscritti all’Ago (Assicurazione generale obbligatoria)
  • Aver svolto come dipendente una delle attività considerate usuranti per minimo 6 anni negli ultimi 7 anni oppure per minimo 7 anni negli ultimi 10 anni prima del pensionamento
  • Aver almeno 36 anni di contributi (35 per donne con un figlio e 34 per donne dai 2 figli in su)
  • Il requisito per la pensione di vecchiaia deve perfezionarsi a non più di 3 anni e 7 mesi

Requisiti pensione anticipata per addetti a lavori gravosi

Per poter richiedere la pensione anticipata gli addetti ai lavori gravosi dovranno aver maturato i seguenti requisiti:

  • Aver svolto come dipendente una delle attività considerate usuranti per minimo 6 anni negli ultimi 7 anni oppure per minimo 7 anni negli ultimi 10 anni prima del pensionamento
  • Essere iscritti alla previdenza obbligatoria prima dell’anno 1996
  • Aver maturato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni di età.

Per maggiori informazioni a riguardo dei lavori gravosi e come richiedere queste forme di anticipi pensionistici per gli addetti al lavori gravosi si consiglia di consultare periodicamente il sito dell’Inps.





CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)