Lavorare nella moda: figure professionali, opportunità di lavoro e percorsi formativi

La crisi economica italiana è innegabile e in alcuni settori commerciali i suoi effetti si fanno sentire pesantemente. Ma, mentre la recessione soffoca anche l'ultimo barlume di speranza e condannando molte aziende al fallimento, i riflettori delle passerelle di moda puntano sul consolidamento delle risorse umane illuminando con un fascio di luce abbagliante le nuove proposte professionali.

Non a caso il settore ha registrato soltanto nel 2011, un incremento degli stipendi pari al 15% e un aumento di produttività pari al 5,5%. Nessuna crisi quindi per il fashion style,un settore che pur risentendo della crisi economica comparsa negli anni 2009 e 2010, è stato in grado di rialzarsi e di conseguire nel 2011 dei dati in positivo. 

Il merito di tale rilancio è da imputare da un lato alla maggiore parsimonia e alla maggiore attenzione ai costi e dall'altro al crescente successo che il “Made in Italy” registra sui mercati esteri come quelli tedeschi,francesi e americani.

Quali sono le figure professionali maggiormente richieste?

Creatività, professionalità e competenza: tre qualità che non devono mai mancare se si vuole fare carriera nel mondo della moda. Ultimamente poi, le aziende hanno alzato il tiro indirizzando la ricerca verso figure professionali sempre più complete e formate. Il motivo è semplice: la competenza delle risorse umane impiegate è il motore propulsore del settore; l'arma vincente che consentirà all'azienda di “sprintare” verso il successo e perseguire a consuntivo, gli obiettivi finanziari preposti ad inizio anno.

Scendendo nello specifico, possiamo dire che l'area in cui si riscontrano maggiori possibilità d'occupazione è sicuramente il settore marketing e comunicazione tra cui spiccano le figure del visual merchandiser, i designer e gli addetti alla stampa. Un'altra sezione ricca di opportunità poi è quella più tecnica relativa alle figure che costituiscono il cuore pulsante della moda come: sarte, modelli, il personale addetto alla selezione dei tessuti, tagliatori di pelli e tecnici del jeans. Sono figure queste, molto particolari che richiedono una preparazione approfondita e specifica, tanto da giustificare le varie “guerriglie” che nascono tra le diverse aziende finalizzate ad aggiudicarsi la famosa “gallina dalle uova d'oro” ; vale a dire la sarta più capace, in grado di realizzare con fare certosino un abito in breve tempo piuttosto che l'esperto di tessuti più innovativo dotato di un talento così elevato da scovare con largo anticipo rispetto alla concorrenza, il tessuto che segnerà la moda della stagione entrante.

Per quanto riguarda l'area creativa è caccia aperta ai product manager: figure chiave del settore che si occupano della gestione della vendita del prodotto finito, espletando la funzione di ponte di collegamento tra l'azienda produttrice e l'area delle vendite. Un'altra figura fondamentale è quella del responsabile del punto vendita anche detto retail manager ossia colui che, dotato di un grande spirito imprenditoriale e spiccate capacità di autonoma gestione si occupa dell'organizzazione del punto vendita gestendo il personale e collaborando fattivamente ad incrementare il fatturato del brand.

Per il business oltre frontiera e per aggiudicarsi importanti fette di mercato internazionale nonché consolidare le reti di vendita estere preesistenti, infine, ci si avvale dell'export area manager: professionista definito da Luigi Castellani, fondatore di Suitex International – in una dichiarazione rilasciata al settimanale Italia Oggi Sette – come un soggetto dotato di grandi competenze economiche, importanti doti commerciali, ottima conoscenza della lingua straniera e spiccata attitudine a viaggiare.

Per concludere, non potevano certo mancare le opportunità professionali legate al mondo del web. Per cui porte aperte per le figure professionali come l'e-commerce manager:professionista che si occupa della gestione del sito web e della sezione shopping online dell'azienda. Altre figure legate a questo settore sono anche l'addetto web marketing, il digital pr e il direttore digital. Mentre i primi due profili si riferiscono a professionisti addetti alla gestione delle pubbliche relazioni mediante l'uso di supporti informatici e della rete web, le mansioni del terzo profilo, si riferiscono alla gestione dei contenuti in rete. Una nuova figura professionale, nata nel 2008 e sempre più ricercata è quella dell'e-business manager, che si occupa del posizionamento online tanto dell'azienda quanto dei prodotti in vendita nello shop online. Tra le sue mansioni rientrano anche quelle relative al monitoraggio della concorrenza e l'individuazione dei target più indicati a cui rivolgere la promozione di determinati prodotti.

Come cercare lavoro nel mondo della moda?

Sicuramente ad oggi il sistema più proficuo si sta dimostrando il web. Ci sono infatti, diversi portali specifici che permettono di far incontrare domanda ed offerta a colpi di click. Di seguito ne segnaliamo alcuni:

Fashionjobs.com: un portale relativamente giovane, nato nel 2001 in Francia ed approdato in Italia nel 2005 che previa registrazione consente di inserire il proprio curriculum vitae e ricevere comodamente nella propria casella di posta elettronica la newsletter giornaliera di aggiornamento sul fronte moda.

Stylecareers.com: sito in lingua inglese per chi vuole vivere un'esperienza all'estero. Si possono infatti trovare diverse opportunità lavorative nel settore che comprendono zone di tutto il mondo e si possono anche filtrare secondo la zona e il settore di proprio interesse.

Fashionunuted.it:Sito informativo ricco di importanti informazioni circa il mondo della moda e dotato di una sezione denominata “Centro Carriera”, in cui è possibile consultare varie proposte di lavoro. Previa registrazione è possibile anche inserire il proprio curriculum vitae e proporsi alle aziende di moda.

Percorsi formativi

L'aver maturato una precedente esperienza lavorativa analoga costituisce sicuramente un punto a favore ma non è tutto. Chi ha deciso di fare carriera in questo settore infatti dovrà maturare anche un cospicuo bagaglio formativo frequentando uno dei tanti corsi specifici offerti dagli atenei e da parte di scuole di formazione private.

Il territorio nazionale pullula di strutture private molto prestigiose che vantano una grande notorietà anche all'Estero. Frequentare uno dei corsi offerti da questi istituti quindi, può fornire la chiave d'accesso anche ad importanti opportunità di lavoro estere.

L'Istituto Marangoni per esempio è molto rinomato e attraverso le sue sedi milanesi, parigine e londinesi organizza corsi finalizzati alla formazione di figure professionali come fashion design e styling. L'ultima novità offerta da questo istituto inoltre è un corso altamente formativo preposto allo studio della moda cinese.

L'accademia del lusso invece, presente a Milano, Bari e Madrid, offre dei corsi di specializzazione triennali idonei a fornire delle solide basi formative a neo diplomati che vogliono sfondare nello sfavillante mondo della moda. Per i più esperti infine, sono disponibili anche dei corsi brevi preposti alla formazione specifica su determinati settori

Molto interessante anche la nuova iniziativa firmata dall'Istituto Callegari: il nuovo corso formativo per fashion product design. L'ideale per i giovani diplomati che nutrono il desiderio di approcciarsi al mondo della moda lavorando nel settore della produzione di una collezione di moda.

Domus Academy infine è una scuola formativa con sede in Milano e che vanta una storia trentennale. Attualmente offre moltissimi corsi specializzati per accessories design, fashion management e fashion styling & visual merchandising.

Citiamo infine il corso offerto dall'istituto Polimoda fautore di un interessante progetto “La moda in Borsa”. Attraverso questa iniziativa si intende sostenere e favorire lo studio per i giovani toscani appassionati di moda mediante l'erogazione di apposite borse di studio.

L'offerta è limitata esclusivamente ai giovani residenti nelle zone di Prato

Per quanto concerne invece le strutture universitarie le proposte formative comprendono sia corsi triennali che garantiscono una formazione generica, sia master di specializzazione finalizzati a fornire competenze più analitiche e riferite ad una particolare figura professionale.

Tra le varie offerte segnaliamo:

il corso di culture e tecniche del costume e della moda. Un corso di laurea triennale proposto dalla Facoltà di Bologna;

la soluzione capitolina offerta dall'Università La Sapienza di Roma che propone il corso di laurea triennale denominato: Scienze della Moda.

Per chi vuole acquisire nozioni formative sul settore tecnico della moda e trovare lavoro nell'area design e nel settore delle tecniche di produzione, segnaliamo il corso di laurea triennale offerto dall'Università di Bari “Scienze e tecnologie della moda”

Dall'Università di Urbino inoltre arriva il corso di laurea di primo livello in Design e discipline della moda. Un corso che offre una formazione a 360 gradi per i giovani creativi che vogliono apprendere i segreti utili a trasformare un banale tessuto in un capolavoro sartoriale.

Moltissimi anche i master di specializzazione post laurea offerti dai migliori atenei, tra questi citiamo:

il master proposto da Ied Moda Lab per giovani interessati alla specializzazione in design degli accessori e dei gioielli. Di particolare importanza il master in marketing dei beni di lusso.

La laba invece forma vere e proprie figure professionali esperte nel design del gioiello.

L'Università Bocconi propone il master in Fashion Experience e design management. Un corso altamente formativo della durata di un anno che conta anche moltissimi iscritti provenienti da tutto il mondo.

Il Polidesign infine offre il master in New Tech Style design. Un corso preposto alla formazione di giovani neolaureati che intendono specializzarsi nel settore moda e arredo nell'area tessile.

Requisiti Soggettivi necessari per lavorare nel mondo della moda

Nonostante la formazione professionale sia davvero essenziale per riuscire a fare carriera in questo mondo fatto di lustrini e paillettes, gli aspiranti dovranno essere in possesso anche di alcuni requisiti caratteriali indispensabili come:

  • determinazione;
  • spiccata attitudine a lavorare in team;
  • spirito di adattamento;
  • ottima capacità di gestione dello stress.

Un ultimo fondamentale requisito essenziale è ovviamente la creatività: elemento che può essere definito come l'anima di questo particolare settore commerciale e che vi consentirà in breve tempo di aprire le grandi porte del successo.




Tagged with