Lavorare nei villaggi turistici

Lavorare nei villaggi turistici è sempre stato considerato il classico lavoro estivo.
In effetti per molto tempo lo è stato ma oggi che il mercato del settore turistico ha una sua propria dimensione, questo tipo di esperienze possono essere considerate formative a tutti gli effetti.
Partiamo dal principio. Perché si sceglie di lavorare in un villaggio turistico?

Le motivazioni sono diverse: voler fare un’esperienza all’estero, lavorare divertendosi, fare qualche mese di mare o montagna, mettere alla prova una lingua straniera, trovare un lavoro estivo, arricchire il proprio c.v..
Qualunque sia la vostra motivazione trovare lavoro in un villaggio turistico non è poi così difficile se avete le carte in regola.
Innanzitutto è necessario essere maggiorenni, in genere si cercano ambosessi dai 18 ai 35 anni.
Fondamentale è conoscere bene almeno una lingua straniera.
Sicuramente dovete avere una naturale predisposizione ai rapporti interpersonali e sentirvi a vostro agio a lavorare in team.
Vengono considerati titoli preferenziali le particolari attitudini sportive o musicali.
Inoltre in genere viene richiesta la disponibilità a spostamenti di minimo 2 mesi.
I villaggi turistici in genere cercano molte figure:
Animatori (senior, junior, coordinatori, assistenti, per baby e junior club), DJ, tecnici del suono, cabarettisti, ballerini e attori, costumisti, scenografi.
Esperti di pittura, ceramica, lavorazione di cuoio o tessuti.
Insegnanti di varie discipline sportive (canoa, vela, tennis, sci, sub, windsurf, aerobica…)

Chef, barman, camerieri, pasticcieri, panettieri.
Hostess, commessi, receptionist, estetiste, massaggiatori, autisti, infermieri, impiegati amministrativi di vari livelli.

Potete proporvi sia direttamente alle varie catene di villaggi turistici.
Solo per fare dei nomi Alpitur, Clubmed, I Grandi Viaggi, Valtur, Ventaglio.

In alternativa potete rivolgervi alle numerose agenzie che forniscono animatori e altre figure professionali a strutture turistiche di tutto il mondo.
Queste agenzie hanno il vantaggio, spesso, di fornire anche un minimo di formazione di base.
Se state pensando di partire è il caso che sappiate che la vita nel villaggio non è così facile.
Vivrete insieme ai colleghi praticamente 24 ore su 24.
Vi verranno richieste molte ore di lavoro consecutive e spesso su turni.
Il lavoro è sempre a contatto con il pubblico, qualunque mansione deciderete di ricoprire, quindi vi sarà richiesto di essere sempre proattivi e sorridenti.
Poter scrivere sul proprio curriculm di aver lavorato, anche solo per una stagione, in un villaggio turistico può tornare molto utile soprattutto a chi ha deciso di intraprendere un percorso di studi in ambito turistico ma denoterà buona volontà e disponibilità a mettersi in gioco anche per tutti gli altri giovani che, durante il percorso di studi, decidono di intraprendere questa avventura.


CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS