Lavorare in Banca: requisiti, stipendi ed opportunità

Lavorare in banca, informazioni e consigli utili: profili professionali, CCNL di riferimento, opportunità di impiego e stipendio.

Il lavoro in banca resta ancora oggi molto ambito perché, in diversi casi, garantisce una certa affidabilità nella durata e una solidità nei contratti. Ma analizziamo più da vicino cosa significa realmente lavorare in banca. Il personale della banca si articola principalmente in direttivo, operativo, relativo alla sicurezza e ai servizi generali e operaio.


lavorare in banca

All’ambito direttivo appartengono i compiti di controllo e gestione, coordinamento  e organizzazione tecnico-scientifica del lavoro, la gestione del personale e l’elaborazione normativa ( ovvero le norme e il know how da adottare all’interno della filiale di riferimento ). Coloro che operano in ambito operativo svolgono mansioni relative al funzionamento del lavoro delle unità operative, mentre chi si occupa della sicurezza e dei servizi generali deve accertarsi del funzionamento degli uffici e attendere a compiti di sorveglianza e sicurezza in generale. Infine, il comparto operaio svolge lavori manuali relativi ai vari reparti.

 

Lavorare in banca: requisiti e opportunità

Le lauree richieste, soprattutto per il settore direttivo e operativo sono Scienze bancarie, Economia, Giurisprudenza o Scienze Politiche, ma vengono spesso prese in considerazione anche altre lauree, equipollenti o equiparate. Per gli altri settori in genere la laurea non è richiesta e si può accedere anche con diploma, magari rinforzato da corsi di formazione e nel caso di accesso con la laurea, possedere un master specifico non guasta.

Alcune banche a partecipazione pubblica, come la Banca d’Italia, indicono dei veri e propri concorsi, i cui bandi sono in genere reperibili presso i siti o le amministrazioni centrali e/o presso tutte le filiali, mentre per le banche private si procede direttamente con colloqui. Le banche spesso offrono anche borse di studio per la qualificazione nel settore creditizio e finanziario per le quali è richiesta laurea quadriennale e un voto minimo di 105/110.

Le banche, tramite i loro siti, hanno in genere una sezione dedicata alle opportunità di lavoro che possono essere consultate e a cui si può rispondere a seconda delle proprie esigenze o affidano. Riguardo gli orari, per chi lavora allo sportello, gli orari sono in genere dalle 8,30 alle 12.30, con un rientro alle 14.00 e chiusura della banca alle 15.30, con aperture anche nella mattinata del sabato.

Lavorare in banca: stipendio

Per chi lavora in banca il contratto di riferimento è il CCNL Bancari che prevede 13 mensilità, ed eventualmente sono previsti premi annuali e degli extra al raggiungimento degli obiettivi. Lo stipendio si articola così:

Importi mensili per 13 mensilità in vigore dal 1° ottobre 2016 – livello stipendio lordo (euro):

QD 4° Livello 4.224,86

QD 3° Livello 3.586,20

QD 2° Livello 3.200,53

QD 1° Livello 3.014,96

3ª Area 4° Livello 2.656,90

3ª Area 3° Livello 2.464,62

3ª Area 2° Livello 2.328,45

3ª Area 1° Livello 2.209,17

2ª Area 3° Livello 2.076,87

2ª Area 2° Livello 1.997,37

2ª Area 1° Livello 1.943,40

1ª Area (Livello unico + g. nott.) 1.858,00

1ª Area (Livello unico ) 1.809,94

Infine, per chi desidera lavorare in banca, ecco il link alle opportunità disponibili su Euspert: offerte lavoro banca in tutta Italia e sempre aggiornate.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS