Lavorare in Google: Chloe ci prova già a 7 anni

La lettera di una bambina di 7 anni che chiede un lavoro all'Ad di Google sta facendo il giro del mondo. Così come la straordinaria risposta di Sundar Pichai.

E’ un po’ presto. Fondamentalmente è stata un questa la risposta dell’amministratore delegato di Google, Sundar Picahi, che si è preso la briga di rispondere personalmente alla lettera di Chloe, una bambina inglese di 7 anni. Lei, Chloe ha chiesto a Big G un lavoro. Sì, avete capito bene, in un’età da scuola elementare, la piccola ha pensato bene di rivolgersi direttamente al gran capo (chiamandolo “boss”) di una delle aziende più grandi ed influenti del mondo, informandolo del suo desiderio di lavorare in Google. Roba da matti direbbe qualcuno. Già così ambiziosa a quell’età direbbe qualcun altro. Già, ma che c’è di male? Nulla, sopratutto se si pensa che nella lettera, scritta rigorosamente a mano dalla bambina, sono riportate anche le competenze informatiche possedute.lavorare in google

Scherzandoci un po’ su, ma neanche tanto, la si potrebbe vedere anche così: Chloe va molto bene a scuola (quindi è formata e vuole formarsi ancora), gli piacciono i computer ( vale a dire  ha una grande passione per il lavoro) ha un tablet che usa spessissimo (ottima esperienza pratica) e s’impegna in un gioco dove deve comandare dei robot (ha già specificato anche il settore d’interesse e forse, implicitamente, che vuole fare la dirigente).

Insomma, il suo “curriculum”, seppur molto originale, per niente formale e, per così dire, inviato un po’ precocemente, riporta tutto quel che dovrebbe : formazione, interessi, esperienza, ambizioni. Per una bambina di 7 anni non è proprio una cosa da niente, anzi. Si potrebbe dire che per voler lavorare in Google la fanciulla non si è mossa per niente male.

Non è chiaro se Pichai ci abbia visto tutto questo nella lettera di Chloe o si sia semplicemente intenerito alla vista di un’iniziativa così bella ed innocente. Fatto sta che, appunto, si è preso il disturbo di rispondere di suo pugno, spiegando alla piccola che continuando a “lavorare duramente” potrà soddisfare “ogni suo desiderio”. Contestualmente l’Ad di Google ha invitato Chloe a mandargli il curriculum “una volta terminata la scuola”. Come dire, chi ben comincia…

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)